Regionali, Salvini: se il voto sarà leghista, elezioni politiche più vicine (VIDEO)

Matteo Salvini, leader della Lega, interviene ancora una volta sul tema che riguarda l’emergenza immigrazione: “Evitiamo di mettere in albergo chiunque e lavoriamo invece sulle partenze", ha detto, aggiungendo: "Se fossi presidente del Consiglio, io non manderei un solo soldato a morire nel deserto della Libia. Esistono gli aerei. Esistono i droni".

Poi l’attacco a Matteo Renzi: "La credibilità internazionale di Renzi, si è visto, conta il due di picche… Lo prendono per il naso tutti. Al di là della letterina, consiglierei a Renzi di chiudere i rubinetti… Non servono le lettere, è inutile sbattere i pugni sul tavolo, le Mogherini. E’ semplice: smettiamo di pagare i soldi a Bruxelles, questo condominio di matti…".

Ancora bacchettate al governo: il Jobs act non ha prodotto nuovi posti di lavoro, secondo Matteo Salvini. "Sulle assunzioni ci sono gli stessi numeri dell’anno scorso – ha osservato – ma la disoccupazione è alle stelle, soprattutto la disoccupazione giovanile". A giudizio del leader del Carroccio "l’unica ricetta è ridurre le tasse, quaranta paesi al mondo ti fanno pagare la stessa tassa uguale per tutti. La mia proposta è 15 per cento uguale per tutti, così sconfiggi evasione (a quel punto chi non paga lo metti in galera e butti la chiave) e ridiventiamo attrattivi, le imprese tornano a investire in Italia".

"Sulla vittoria di Zaia ho pochi dubbi, mi piacerebbe vincere anche nelle regioni rosse, in Umbria, Liguria, Toscana, son partite aperte". Il leader del Carroccio ha espresso l’auspicio che "la gente vada al voto per cambiare. Penso – ha aggiunto – che la Lega per molti italiani sia l’unica alternativa di centrodestra al governo Renzi: Forza Italia ha i suoi problemi, Alfano è di tutto fuorché di centrodestra". "E’ chiaro – ha sottolineato Salvini – che se molti elettori andranno a votare per la Lega noi siamo pronti a sfidare Renzi".

Salvini si sente forte e si dice pronto a tornare al governo come Lega: "Al governo ci torneremo e se domenica il voto sara’ vigoroso e un po’ leghista le elezioni si avvicinano".