Quirinale, salta incontro Berlusconi-Renzi. Il Cav, ‘presidente sia garante di tutti’

Consultazioni per il Quirinale nel vivo. Le forze politiche hanno incontrato il premier Matteo Renzi nella sede del Pd, al Nazareno. Il clou dell’intensa giornata doveva essere alle 19, con il faccia a faccia con Silvio Berlusconi per risolvere il rebus Quirinale. L’ex-Cavaliere, però, a qualche ora dall’incontro ha preferito fare un passo indietro e mandare i propri capigruppo Romani e Brunetta. Non e’ escluso, comunque, che l’incontro tra i due possa avvenire nella giornata di mercoledì.

La delegazione di Forza Italia è comunque arrivata al Nazareno alle 19, come previsto, per incontrare il presidente del Consiglio Matteo. All’incontro, al quale appunto non era presente il Cav, hanno partecipato il capogruppo al Senato Paolo Romani, il consigliere politico ed eurodeputato Giovanni Toti e la portavoce Maria Elena Bernini. "Non penso si decida oggi il nome – ha detto entrando Romani – oggi si condivide un metodo".
 
Nelle scorse ore Silvio Berlusconi è rientrato da Roma e all’ora di pranzo ha riunito lo stato maggiore azzurro per fare il punto sul Colle. La linea dell’uomo di Arcore è chiara: la sinistra ha tutto, non può avere anche il Quirinale, vogliamo sperare che si possa arrivare a un capo dello Stato che sia garante di tutti e non di una parte…