‘Notte dei Musei’ a Roma sabato 16 maggio. Porte aperte a Montecitorio

A Roma torna la ‘Notte dei Musei’. Lo fa sapere in una nota l’assessore alla Cultura e al Turismo di Roma Giovanna Marinelli. "Sara’ una serata sotto le stelle – dichiara Marinelli – in compagnia della cultura per scoprire, e per molti riscoprire, i nostri Musei civici e le loro mostre, in un orario straordinario, dalle ore 20 alle ore 24 con un contributo simbolico di 1 euro. Un appuntamento sempre tanto atteso da romani e turisti che fa brillare in una notte la citta’ di arte".

L’iniziativa – promossa dall’assessorato alla Cultura e al Turismo di Roma, la Sovrintendenza capitolina ai Beni Culturali, il dipartimento Cultura, del ministero per i Beni e le Attivita’ culturali e Turismo e dalla Camera di commercio di Roma, con il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura – permettera’ di visitare i Musei civici in orario serale. Pagando un biglietto di 1 euro, sara’ possibile accedere a Musei capitolini, Centrale Montemartini, Galleria d’arte moderna di Roma, Macro, Museo di Roma in Trastevere, Palazzo Braschi, Museo civico di geologia e alla Pelanda.

Totalmente gratuito invece l’ingresso ai piccoli Musei della citta’, tra cui il Museo Carlo Bilotti e il Museo Napoleonico.

Inoltre, sempre al prezzo di un euro, i visitatori potranno entrare nelle Domus Romane di Palazzo Valentini, un percorso nel sottosuolo del palazzo tra i resti di domus patrizie di eta’ imperiale. Resteranno aperti anche Scuderie del Quirinale con le mostre "Matisse. Arabesque", Palazzo delle Esposizioni con le due esposizioni "Numeri, tutto quello che conta da zero a infinito" e "David La Chapelle. Dopo il diluvio", il Chiostro del Bramante con la sua personale su Chagall (5 euro).

MONTECITORIO A PORTE APERTE L’energia delle note della GMO in Transatlantico. Sara’ l’Orchestra dei Giovani Musicisti Ossolani, composta da 90 ragazzi dai 27 ai 10 anni, ad essere protagonista dell’edizione di Montecitorio a Porte aperte che si svolgera’ la sera di sabato 16 maggio 2015, in coincidenza con la Notte dei Musei. Ma oltre ad assistere a una esibizione musicale, coloro che parteciperanno all’evento potranno anche visitare la mostra fotografica di Fabio Lovino dal titolo "Mothers – L’amore che cambia il mondo", dedicata ai diritti delle donne che sono anche madri. Sono questi i due appuntamenti che caratterizzeranno la prossima edizione di Montecitorio a Porte aperte, che avra’ inizio alle ore 20.30 di sabato 16 maggio e si concludera’ alle 2 del mattino, alla presenza della Presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini.

Montecitorio a Porte aperte comincera’, come di consueto, con un concerto in piazza al quale assistera’ la Presidente della Camera. La Banda dei Carabinieri, diretta dal Maestro Massimo Martinelli, si esibira’ alle 20,30. In particolare, il programma prevede brani di: Massimo Martinelli (200 – Marcia Militare); Giuseppe Verdi (Va’ pensiero – dall’Opera Nabucco); Luigi Cirenei (Vittorio Veneto – Marcia Militare); Arona (Le campane di San Giusto); Giuseppe Verdi (Aida – Finale II parte I); Luigi Cirenei (La Fedelissima – Marcia d’Ordinanza dell’Arma dei Carabinieri). Subito dopo, la Presidente Boldrini accompagnera’ un gruppo di visitatori per un tratto del percorso della visita all’interno del Palazzo, durante la quale i visitatori potranno ascoltare la GMO e vedere la mostra fotografica.

L’Orchestra dei Giovani Musicisti Ossolani si esibira’ nello spazio del Transatlantico durante tutte le visite guidate del Palazzo, che cominceranno alle 20,30 e si concluderanno alle 2,00 (ultimo ingresso all’1,30). L’Orchestra, creata 13 anni fa, e’ costituita da fiati, archi, percussioni e strumenti digitali. Il loro repertorio comprende musiche tratte da colonne sonore di film e musical famosi. La mostra fotografica di Fabio Lovino, con il progetto We World, sara’ allestita presso la Sala Aldo Moro. Si tratta di un’esposizione di immagini che attraverso le storie di alcune donne nel mondo, racconta la necessita’ di puntare i riflettori sulla maternita’, su cui ancora oggi, dal Nord al Sud del pianeta, permangono molti diritti non garantiti. Per raccontare le mamme – e le donne – dei progetti di WeWorld – il fotografo ha viaggiato per un anno intero, da Palermo a Torino, passando per Napoli, dal Benin al Nepal, dalla Cambogia al Brasile. Nei suoi ritratti una storia comune fatta di coraggio, conquiste e amore quotidiani.

L’accesso a Palazzo Montecitorio sara’ possibile dalle 20,30 alle 2,00 (ultimo ingresso alle 1,30). La visita si svolge per gruppi e ogni partecipante dovra’ essere munito di un biglietto che avra’ ritirato, gratuitamente, lo stesso giorno della visita, presso l’Infopoint (via Uffici del Vicario, angolo via della Missione) che sara’ aperto dalle 19,30 fino a esaurimento biglietti. Ciascun visitatore potra’ richiedere, fino a esaurimento, un massimo di quattro biglietti se adulto e un solo biglietto se minorenne, scegliendo un orario di visita compreso tra le 20,30 e le 1,30.

I possessori dei biglietti sono tenuti a presentarsi all’ingresso di Piazza Montecitorio dieci minuti prima dell’orario indicato sul biglietto; dopo l’ingresso del rispettivo gruppo, non sara’ comunque consentito l’accesso di eventuali visitatori in ritardo rispetto all’orario indicato.

La visita, guidata e per gruppi, si snoda lungo un itinerario storico-artistico che comprende tra l’altro: l’Aula, con i pannelli del Fregio di Sartorio che decora l’emiciclo illustrando le vicende epiche del popolo italiano e recentemente restaurati; il"Velario", imponente decorazione liberty di circa 800 metri quadrati in rovere di Slavonia, vetro colorato e ferro; il "Transatlantico", salone che deve il suo nome all’illuminazione a plafoniera, caratteristica delle navi transoceaniche; il Corridoio dei busti e alcune tra le piu’ belle sale di rappresentanza.