Nei capoluoghi M5S in tre città, Pd tiene in otto

20100329 - MILANO - POL - ELEZIONI: CHIUSI I SEGGI PER REGIONALI E AMMINISTRATIVE - Scrutatori impegnati nel conteggio dei voti dopo la chiusura dei seggi ,oggi a Milano, 29 marzo 2010. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO/JI

Il Movimento 5 Stelle strappa due citta’ decisive al centrosinistra, ovvero ROMA e TORINO, il Pd riesce a confermare il sindaco uscente di BOLOGNA, Virginio Merola e il proprio candidato a MILANO, Giuseppe Sala; Luigi De Magistris, infine, riottiene la guida della citta’ di NAPOLI. Il centrodestra riesce invece nell’impresa di sostituire il centrosinistra nella gestione di TRIESTE: Roberto Dipiazza scalza il Pd Roberto Cosolini. Queste le maggiori novita’ di questa tornata di ballottaggi.

Al primo turno erano stati 5 i sindaci eletti nei comuni capoluogo: il centrosinistra, ne aveva confermati 3: CAGLIARI, SALERNO e RIMINI; uno lo aveva riconfermato il centrodestra, COSENZA. VILLACIDRO, che era guidata dal centrosinistra, e’ andata a una lista civica. Ieri nei 20 comuni capoluogo al ballottaggio, il M5S si e’ imposto complessivamente su 3 ex amministrazioni guidate dal centrosinistra (ROMA, TORINO e CARBONIA), il centrodestra ha strappato 8 comuni (TRIESTE, BENEVENTO, GROSSETO, ISERNIA, NOVARA, OLBIA, PORDENONE, e SAVONA); il centrosinistra tiene a BOLOGNA, MILANO, RAVENNA e vince a CASERTA e VARESE, strappandole al centrodestra.

De Magistris e’ stato confermato primo cittadino di Napoli. Sommando questi dati al primo turno: il centrosinistra governera’ in 8 comuni capoluogo chiamati al voto in questa tornata elettorale; il centrodestra in 9 comuni; M5S in 3 comuni. Ecco di seguito una tabella con gli schieramenti precedenti e quelli che si insedieranno a breve. In maiuscolo i cambi alla guida dei comuni.