Milan, Inzaghi: Berlusconi contento di noi, ci dà tanti consigli

Filippo Inzaghi, tecnico del Milan, nel corso della conferenza stampa alla vigilia della gara di mercoledì sera in casa del Cagliari, in merito al suo rapporto con il presidente Silvio Berlusconi ha detto: "Con il presidente i confronti ci sono sempre, prima della partite, nell’intervallo e anche oggi. Ci dà sempre tanti consigli che per esempio io ho rappresentato alla squadra nell’intervallo della partita contro la Fiorentina. Lui è molto contento di noi".

Secondo quanto riferisce Inzaghi, Berlusconi “è contento del nostro gioco d’attacco che privilegia un attaccante che sta dentro l’area di rigore, ma secondo me ci sono partite come quella contro la Lazio o come quella di lunedì sera, in cui si può giocare in un altro modo. Magari mercoledì contro il Cagliari potrei anche dargli soddisfazione e schierare un centravanti dentro l’area", ha aggiunto Inzaghi, commentando le indicazioni di Berlusconi che vorrebbe sempre vedere un attaccante nei 16 metri dell’area avversaria.

Dopo il pareggio e le poche palle gol create nel match di domenica sera contro la Fiorentina, da più parti, a cominciare dal presidente del Milan, Berlusconi, sono giunte critiche a Pippo Inzaghi per la scelta di puntare su Menez come "Falso Nueve". "Se noi giochiamo con il ‘falso nueve’ e siamo la squadra che ha segnato più reti in campionato, allora gli altri proprio non ce l’hanno il centravanti. Torres e Menez hanno comunque hanno gia’ giocato insieme. Quando li vedro’ entrambi in buone condizioni giocheranno insieme ancora una volta. Questa squadra ha bisogno di equilibrio, certezze e risultati positivi. Per mercoledì non ho ancora deciso chi giochera’. Torres nelle ultime 5 partite ne ha giocate 4. Quindi non si puo’ dire che sara’ la sua partita quella di domani".

Inzaghi ha parlato anche degli altri attaccanti della sua rosa: "Per El Shaarawy la mancanza del gol non deve essere un problema perche’ e’ bravo a fare tante cose e lui non deve pensarci". Su Pazzini, che ha trovato pochissimo spazio quest’anno, ha invece spiegato: "Con lui ho un ottimo rapporto. Ha la mia considerazione e stima. Purtroppo per ora ha giocato poco, ma so di poter contare su un giocatore sempre pronto. Ha giocato poco, ma bisogna fare delle scelte. Mi auguro che possa trovare piu’ spazio in futuro".