Mattarella, il MAIE: ‘servitore dello Stato, ricordi che rappresenta anche gli italiani all’estero’

Con un’elezione rapida e con un alto consenso (665 voti favorevoli, ben oltre i 505 necessari alla quarta elezione, e quindi con il sostegno trasversale dei cosiddetti “franchi soccorritori” – copyright Maurizio Gasparri) è stato eletto sabato scorso il nuovo Presidente della Repubblica.

Il Presidente del Movimento Associativo Italiani all’Estero, on. Ricardo Merlo, ha così commentato l’elezione del prof. Sergio Mattarella: “Il MAIE nel corso delle consultazioni aveva chiaramente espresso la volontà di sostenere un candidato per il Quirinale che fosse di alto profilo politico e al di sopra delle parti. Un Presidente che fosse il candidato di tutti gli italiani e che rappresentasse un simbolo di buona politica in Italia e all’estero".

"Anche se fortemente voluta dal centrosinistra, la candidatura di Mattarella ha raccolto subito molti consensi – ha dichiarato il sen. Claudio Zin –  Ciò ha velocizzato i tempi dell’elezione, che in passato invece si era dimostrata lunga e tormentata. Ma il Presidente eletto Mattarella è senza dubbio un simbolo di legalità e rispettabilità, onestà e serietà, ed è una figura moralmente ineccepibile – ha aggiunto Zin -, tutte qualità che possono solo far del bene al nostro Paese e unire tutti gli italiani, al di là di ogni schieramento partitico”.

Mario Borghese, giovane deputato del MAIE, ha sottolineato: “Mattarella è un moderato, la sua elezione fa sperare in un periodo di riconciliazione delle istituzioni con i cittadini”.

"Un politico e non un tecnico”, aveva detto Merlo al premier Renzi nelle consultazioni quando si erano trovati faccia a faccia il 27 gennaio. "Quindi – ha continuato Merlo –  non è stato difficile per il MAIE sostenere la candidatura di una persona con questo curriculum: garante della Costituzione, servitore dello Stato, con una dolorosa storia familiare che lo rende un simbolo della lotta alla criminalità e alla mafia. Qualsiasi altro giudizio è prematuro. Perciò il  Movimento Associativo Italiani all’Estero – ha concluso il presidente del MAIE – formula al nuovo Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, i migliori auguri per il suo alto incarico, confidando che, fin dal suo insediamento, si ricordi che egli rappresenta tutti gli italiani, anche quelli all’estero”.