M5S, Di Battista: la Camera costa a noi italiani 240 mila euro all’ora

"Pochi giorni fa mi hanno punito perché, con altri colleghi del Movimento 5 Stelle, ho urlato ‘Onestà, onestà’ in Parlamento. Se avessi gridato ‘Omertà, omertà" mi avrebbero fatto sottosegretario". Così il deputato di M5s Alessandro Di Battista, il più sanzionato della Camera con 52 giorni di sospensione dai lavori parlamentari, in una intervista al Tempo: "Il fatto di sanzionarci è una scelta scientifica del Pd. Non è colpa della presidente Boldrini, che è soltanto un’esecutrice della volontà di una maggioranza peraltro abusiva dopo la sentenza della Corte costituzionale. Il Pd vuole eliminare i suoi nemici politici. E’ un segno di arroganza del potere ma allo stesso tempo anche della sua debolezza. Non sono pentito, in alcuno modo".

Della sua salita sui tetti di Montecitorio dice: "Certo che lo rifarei. E’ stato l’unico modo per far capire che stavano stracciando la Costituzione. Io, invece, voglio difenderla", "per accendere l’attenzione sulle porcate che passano in Parlamento siamo sempre pronti ad azioni eclatanti”. E denuncia: "La Camera costa a noi italiani 240 mila euro all’ora".