L’Italia su Twitter nel 2015 parla di Expo, Renzi e Charlie Hebdo

#Expo2015, #CharlieHebdo e la #Grecia, ma anche #Renzi, la #serieA, la finale tra Pennetta e Vinci agli Us Open di tennis e le campagne di mobilitazione sociale #Romasonoio e #messinasenzacqua. E’ il 2015 vissuto dagli italiani su Twitter, tra hashtag piu’ citati e momenti piu’ significativi. Sul piano internazionale al top delle tendenze dell’anno che se ne va, gli attacchi subiti da Parigi, i matrimoni fra omosessuali e gli One Direction.

Dopo i motori di ricerca di Yahoo! e Microsoft Bing e’ dunque Twitter a stilare la classifica di argomenti, personaggi e persino ‘emoji’ che piu’ hanno coinvolto gli utenti in questi mesi. In Italia hanno raccontato la loro esperienza legata a Expo 2015 e attraverso Twitter in migliaia hanno interrogato @AskExpo, il primo servizio di ‘social customer care’ nato per l’occasione. Non e’ un caso se #Expo2015 (che ha monopolizzato anche le ricerche su Yahoo! e Bing) figura come primo hashtag nella categoria notizie, seguito da #CharlieHebdo, #Grecia, ma anche da #labuonascuola. Nel campo ristretto alla politica #Renzi domina la top ten, davanti a #M5S, #Salvini, #Pd e #Berlusconi. #PapaFrancesco e’ nono. Nello sport dominano invece #seriea, #calciomercato e #Juventus, mentre i programmi tv che piu’ hanno fatto tendenza sono #Amici14, #Sanremo2015 e #XF9, mentre la serie televisiva ‘cult’ sul social e’ stata #BraccialettiRossi.

In ambito tecnologico gli italiani hanno twittato per lo piu’ su #android, #Periscope e #ipad. "Nuovi" su Twitter in Italia sono stati Geppi Cucciari (@GeppiC), Cristina D’Avena (@CristinaDAvena) ma anche Equitalia (@equitalia_it). A livello mondiale, i momenti piu’ significativi su Twitter nel 2015 sono stati contrassegnati dagli hashtag #JeSuisParis e #PrayForParis relativi agli attacchi terroristici di Parigi; ma anche da #BlackLivesMatter, usato soprattutto negli Usa nelle campagne contro la discriminazione razziale: come hashtag o frase e’ stato twittato 9 milioni di volte. E poi #MarriageEquality e #RefugeesWelcome. La emoji piu’ twittata e’ stata anche quella entrata nel dizionario Oxford come parola dell’anno: la "faccina con le lacrime di gioia" che spesso viene usata con il significato di "ridere fino alle lacrime".

I cinguettii top sul microblog sono attribuibili soprattutto al mondo della musica, con in testa i ‘tweet’ dei membri degli One Direction e del rapper Kanye West, marito di Kim Kardashian. Ma fra i top tweet globali c’e’ anche quello di @POTUS, il nuovo account del presidente degli Usa Barack Obama, che festeggia la storica decisione della Corte Suprema americana di legittimare il diritto al matrimonio per le coppie dello stesso sesso. In classifica pure la successione al trono dell’Arabia Saudita da parte di Re Salman e l’ultimo tweet dell’attore di Star Trek Leonard Nimoy (@TheRealNimoy). Infine, l’ex atleta Usa Bruce Jenner che dopo aver cambiato sesso diventando Caitlyn ha aperto sul microblog un nuovo account.