Lavoro, Polverini (Fi): voto contro abolizione dell’articolo 18

"Non c’è alcun dubbio, voterò contro l’abolizione dell’articolo 18. Lo richiede la mia storia di sindacalista che si è sempre battuta per le tutele del lavoratore". Così in un’intervista a Il Tempo Renata Polverini, un passato di leader dell’Ugl, poi presidente della Regione Lazio, ora deputata di Forza Italia e vice presidente della Commissione Lavoro alla Camera.

"Sulla partita dell’articolo 18 l’unico partito che si è mantenuto coerente è Forza Italia che si è sempre battuto per la sua abolizione. Ma anche io sarò coerente con la mia storia – sottolinea -. Ho proclamato ben 6 scioperi contro Berlusconi e alcuni di questi erano proprio a difesa dell’articolo 18. Allora ero convinta come lo sono oggi, che sia l’architrave del diritto del lavoro. Oggi non è più quello sul quale proclamai uno sciopero contro Berlusconi. La riforma Fornero lo ha indebolito. Serviva un monitoraggio che non c’è stato. Mentre Renzi ha dato 80 euro io ho chiesto la stessa cifra ai lavoratori per ogni giorno di sciopero a difesa dello Statuto dei lavoratori. Sarebbe un tradimento cambiare posizione. Nemmeno Berlusconi mi capirebbe se assumessi una posizione diversa. Inoltre Forza Italia ha assunto una posizione talmente a favore dell’abolizione totale dell’art.18 che oggi si trova a dover giustificare un voto perché quell’impianto è mutato, perché nel Pd è emersa una posizione diversa. Quando si sta all’opposizione, a prescindere dai provvedimenti, bisogna farla".