Italiani all’estero, tutti del MAIE i consiglieri CGIE Argentina

La comunità italiana in Argentina ha i suoi nuovi sette consiglieri in seno al Consiglio Generale degli Italiani all’Estero, eletti sabato 26 settembre dall’assemblea che si è tenuta presso la Scuola Italiana Cristoforo Colombo. L’elezione ha confermato i consiglieri uscenti Mariano Gazzola, Marcelo Romanello e Gerardo Pinto, mentre andranno per la prima volta al CGIE, Juan Carlos Paglialunga, Guillermo Rucci, Rodolfo Borghese e Marcelo Carrara. Si tratta di sette esponenti del Movimento Associativo degli Italiani all’Estero che, in base ai risultati delle elezioni dei Comites del mese di aprile, aveva una schiacciante maggioranza in seno all’assemblea elettorale, che faceva prevedere questo risultato “monocolore”.

La seduta si è svolta senza inconvenienti, alla presenza dell’ambasciatore d’Italia Teresa Castaldo, mentre l’addetto per gli Affari Sociali della sede diplomatica italiana, Martin Lorenzini, è stato l’incaricato di controllare le procedure previste per lo svolgimento dell’assemblea elettorale. A presiederla è stato l’avv. Dario Signorini, presidente del Comites di Buenos Aires, coadiuvato dal suo collega del Comites di Rosario dott. Franco Tirelli come vicepresidente; Maria Eugenia Serrano del Comites di Lomas de Zamora ed Ezequiel Canepa del Comites di Mendoza come segretari.

All’assemblea hanno preso parte 206 elettori su 230 che erano abilitati, tra 159 consiglieri dei nove Comites dell’Argentina e rappresentanti di 71 associazioni italiane di tutto il Paese, designate dall’Ambasciata in base alle indicazioni dei consolati e del parere dei presidenti dei Comites. I candidati iscritti sono stati 32.

Juan Carlos Paglialunga, consigliere del Comites di Bahía Blanca, è stato il candidato più votato con 112 voti. Paglialunga è coordinatore del MAIE in quella circoscrizione consolare. 111 voti ha ottenuto Mariano Gazzola, coordinatore nazionale del movimento presieduto da Ricardo Merlo e consigliere del Comites di Rosario. Per Gazzola si tratta di una conferma, così come lo è anche per Marcelo Romanello, il terzo eletto, con 108 voti. Romanello è consigliere del Comites di Cuyo. Confermato consigliere al CGIE anche Gerardo Pinto, di Lomas de mora, che ha ottenuto 107 voti. 

Rodolfo Borghese, di Cordoba, ha ottenuto 106 voti; Guillermo Rucci, di La Plata è stato votato da 104 elettori e Marcelo Carrara di Mar del Plata ha avuto 100 voti. I primi tre non eletti sono stati Alberto Emilio Becchi, di Mar del Plata, area Pd, che ha ottenuto 52 voti; Juan Pablo Brandi di La Plata della lista indipendente Pluritalia 46 voti e Antonio Morello della lista Mire di Buenos Aires, 42 voti. (…)

CHI SONO GLI ELETTI Mariano Gazzola, vicepresidente del Comites di Rosario, che ha ottenuto il più alto numero di preferenze nelle elezioni dei Comites ed è il primo dirigente del MAIE in Argentina in quanto coordinatore nazionale del partito. Viene riconfermato al CGIE. Tra l’altro è anche presidente del Comitato delle Associazioni Venete  dell’Argentina. Tra gli altri consiglieri del CGIE uscenti, confermati anche Marcelo Romanello consigliere del Comites di Mendoza dirigente nazionale del MAIE e coordinatore per la circoscrizione consolare di Cuyo; e Gerardo Pinto, coordinatore del Movimento a Lomas de Zamora dove, per le elezioni del Comites ha vinto senza però riuscire ad ottenere la maggioranza, motivo per il quale si trova all’opposizione in quel Comitato.

I nuovi consiglieri eletti sono: Rodolfo Borghese, il più votato nel Comites di Cordoba. In quella circoscrizione Borghese è stato capolista del MAIE, l’unica lista che si è presentata in quella circoscrizione e quindi ha conquistato i sedici seggi di quel Comitato. Inoltre è un dirigente con buoni collegamenti con la politica di Cordoba, è figlio dell’ex presidente del Comites Rodolfo Borghese e fratello del deputato del MAIE Mario Borghese. E inoltre Cordoba rivendicava un posto nel CGIE, dal quale era stata assente negli ultimi dieci anni.

Eletto anche Juan Carlos Paglialunga consigliere del Comites di Bahía Blanca (del quale fu presidente nel precedente periodo) e coordinatore MAIE in quella circoscrizione. Paglialunga occupa il posto che fu di Francisco Nardelli (che divenne vicesegretario del CGIE per l’America Latina, subentrando a Pallaro che si era dimesso dopo la sua elezione a senatore) eletto pure lui nel Comites di Bahía Blanca, ma nella minoranza. Nuovo nel CGIE anche Guillermo

Rucci, che si dimetterà da presidente del Comites di La Plata, lasciando il posto al figlio, ed entra nel CGIE al posto che occupava Ricardo Buttazzi nel precedente periodo. Il quarto eletto è Marcelo Carrara di Mar del Plata, attivo dirigente del Comites, presidente della Dante Alighieri di quella città e dirigente delle comunità molisana, emiliano romagnola e veneta. Inoltre è candidato a consigliere comunale nelle elezioni del 25 ottobre, nelle file del Pro (…).