Italiani all’estero e made in Italy, Napoli Pizza Village ‘vola’ in Giappone e Cina

Il ‘Napoli Pizza Village’ vola all’estero. Tante le richieste per ospitare la manifestazione giunte all’associazione Pizzaiuoli napoletani. La prima a ospitare il format sarà Tokyo, a fine ottobre. Poi, nell’ambito della missione dell’Unione degli industriali partenopei, la pizza sarà protagonista in Cina nelle città di Shangai e Pechino per poi approdare, a fine mese, a Taiwan. Nel 2014 si andrà in Russia, a Sochi, per i Giochi Olimpici invernali di febbraio, mentre Rio de Janeiro in Brasile sarà la tappa, da giugno a luglio, in occasione del Mondiali di calcio 2014.

Il format, ospitato la scorsa settimana sul lungomare di Napoli, non ha convinto solo le istituzioni locali, ma anche quelle dei Paesi stranieri che, da sempre, strizzano l’occhio alla pizza. "Questo tour ci consentirà di promuovere non solo il prodotto pizza, con annessi gli elementi della gastronomia nostrana che la compongono, ma anche l’immagine di Napoli e dell’intera regione Campania – ha dichiarato il presidente dell’Apn Sergio Miccù – Abbiamo lavorato tanto in questo senso e siamo contenti di poter avere i prossimi due anni di lavoro pianificati nella promozione del piatto più importante della cucina e della cultura gastronomica partenopea", ha concluso.