Italiani all’estero, ‘Il mistero di Dante’ sbarca in Turchia

"Un viaggio dalla circonferenza verso il centro. Dall’esteriore all’interiore. Un misterioso linguaggio, antico come il mondo. Viaggiatori trasformati in pionieri esploratori di nuovi mondi. Una reminiscenza del meraviglioso mondo dantesco: da un’analisi esteriore alla scoperta della verità celata ‘sotto ‘l velame de li versi strani". Con queste parole il regista torinese Louis Nero presenta il suo film – "Il Mistero di Dante" – uscito lo scorso anno ed interpretato dai tre premi Oscar: F. Murray Abraham, Taylor Hackford, Franco Zeffirelli. Ora la pellicola si prepara a varcare i confini nazionali.

Dopo il successo dell’uscita italiana, "Il Mistero di Dante" sarà presentato, infatti, il 2 febbraio in anteprima a Istanbul, culla della cultura medio-orientale e ponte tra oriente ed occidente. L’ultimo film di Nero – un omaggio al gruppo iniziatico fiorentino del quale il sommo poeta faceva parte, "I Fedeli D’Amore" – sbarca in Turchia per rivelare i segreti che si celano dietro ad una tra le più importanti figure della nostra storia. Il film – girato in Italia, Francia e Stati Uniti – porta, infatti, lo spettatore alla scoperta di un lato poco conosciuto del Padre della lingua italiana ed è stato realizzato come un’indagine, attraverso una serie di interviste ad artisti e intellettuali.

Ad accompagnarci in questo viaggio Valerio Massimo Manfredi, Silvano Agosti, Christopher Vogler, Massimo Introvigne, Mamadou Dioume, Gabriele La Porta, Roberto Giacobbo. Al lato documentaristico si affiancano inserti che mostrano passaggi de La Divina Commedia vissuti da un alter ego di Dante, che è il regista stesso.