Iraq, Di Biagio (Ap): intervento Italia coerente con impegni internazionali

Aldo Di Biagio, Civica Popolare

"Indiscrezioni di stampa parlano di cambiamento delle regole d’ingaggio nella partecipazione italiana alla coalizione internazionale anti Isis in Iraq, con l’incarico di procedere ai bombardamenti nelle prossime ore, sebbene non vi siano conferme in questa direzione, non possiamo non considerare questa eventualità come legittima in uno scenario geopolitico tanto delicato". Lo dichiara Aldo Di Biagio, senatore di Area Popolare.

"Non dobbiamo dimenticare che l’Italia partecipa alla coalizione già da un anno impegnata con centinaia di uomini in programmi di ricognizione e di addestramento – spiega – pertanto non possiamo continuare a pensare di mantenere una sorta di "ascetico distacco" rispetto alle dinamiche delle aree critiche su cui già siamo impegnati, nella speranza che siano sempre gli altri Paesi ad operare in maniera attiva in caso di recrudescenza del confronto con le forze del califfato".

"Nel momento in cui l’Italia ha inteso prendere parte alla coalizione internazionale anti-Isis si è fatta automaticamente carico anche della rimodulazione dell’impegno a seconda dell’evoluzione dello scenario – conclude Di Biagio – poiché allo stato attuale è impensabile un impegno à la carte a seconda degli umori della politica. Come Area Popolare siamo favorevoli ad una responsabilità coerente con gli impegni finora contratti in una logica di pragmatica partecipazione alla coalizione internazionale".