Inps, 400mila pensioni erogate ogni anno all’estero

"Con questo rapporto diamo un segnale di attenzione dell’Inps sulla mobilita’ del lavoro in un mondo sempre piu’ globalizzato". Lo ha detto il presidente dell’Inps, Tito Boeri, alla presentazione del rapporto "WorldWideInps. L’Inps e le pensioni all’estero", realizzato dalla Direzione centrale Convenzioni Internazionali e Comunitarie. L’Inps eroga all’estero ogni anno circa 400mila trattamenti pensionistici, in oltre centocinquanta Paesi, per una spesa complessiva che supera il miliardo di euro. "E’ importante utilizzare le informazioni dell’Inps anche per studi di fenomeni complessi come quello dell’immigrazione", ha aggiunto Boeri.

Il 61% delle pensioni pagate all’estero nel 2014 sono di vecchiaia o anzianita’, il 4% di invalidita’ e il 35% sono erogate ai superstiti. La presenza di pensionati e’ concentrata nelle aree continentali verso cui storicamente si sono indirizzati i flussi migratori del nostro Paese, Europa, America settentrionale, meridionale, Oceania, meno pensionati risiedono in Asia, Africa ed America centrale.