Immigrati, Renzi: l’Europa si faccia sentire contro lo schiavismo

Immigrati irregolari su una barca a Lampedusa. REUTERS/Tony Gentile

"L’Italia scelse di fare Mare Nostrum da sola, ma io penso che non sia giusto agire da soli. Penso che l’Europa debba farsi sentire, la comunita’ internazionale deve farsi sentire". Lo dice il premier Matteo Renzi parlando della Libia e dell’immigrazione a Radio Anch’io. "Occorre l’intervento dell’Onu".

"E’ in discussione – spiega – una risoluzione internazionale che consenta di controllare le coste libiche contro lo schiavismo. Perche’ stiamo parlando di un’organizzazione vergognosa che gioca sulla pelle degli uomini. Stiamo discutendo di irrobustire il dialogo diplomatico in Libia e contemporaneamente evitare l’estremismo dello stato islamico".

Quella sull’affondamento dei barconi "e’ una discussione aperta, ma non e’ decisivo in un senso o nell’altro. In Albania lo abbiamo fatto, autorizzati dalla comunita’ internazionale, ma non abbiamo risolto il problema Albania bombardando tre navi".

Quanto al dibattito politico, "da un lato – sottolinea – c’e’ chi urla ‘ci stanno invadendo’ e non e’ vero ma giocano sulla paura. Dall’altro ci sono i teorici del vengano tutti, ma non si puo’ portare tutta l’Africa in Sicilia".