Immigrati, ennesima tragedia nel Mediterraneo: morte 22 persone, 4 i bimbi

Ennesima tragedia del mare nelle scorse ore. Sono 22 le persone morte, fra cui quattro bambini, in un nuovo naufragio di migranti al largo della Turchia. Una imbarcazione con 230 profughi a bordo è colata a picco nel Mediterraneo. La guardia costiera turca ha tratto in salvo 211 persone e le ha condotte nella provincia occidentale di Mugla, sulle rive dell’Egeo. L’imbarcazione era partita all’alba dalla costa turca diretta verso le isole greche.

Intanto Angelino Alfano, ministro dell’Interno, in  una intervista radiofonica spiega che nel vertice di Bruxelles "abbiamo definito il fatto che dall’Italia andranno via 24.000 migranti, questo e’ stato accettato, approvato, deliberato, se ne parlava da alcuni mesi, e’ stato stabilito, occorrera’ dare il via ma la questione e’ gia’ deliberata con le quote per i singoli stati, con il fatto che ciascuno ha fatto la propria scelta dicendo ‘io prendo questo numero di rifugiati, io quest’altro’. Secondo dato che mi pare importante e’ che, pur se non e’ stato deciso in termini definitivi, e’ stato accettato dalla larghissima maggioranza degli stati un meccanismo analogo per altri 120.000, non solo a beneficio dell’Italia, ma di pochi Paesi. Contiamo che altri 15.000 da questa seconda tranche potranno andar via dall’Italia, quindi arriveremo a 40.000 migranti che lasceranno il nostro Paese, questa seconda misura non e’ stata deliberata ieri ma sara’ deliberata nel prossimo Consiglio, gia’ ieri pero’ c’e’ stato il consenso".