Grecia, ecco la corsa dei Babbi Natale ad Atene

Messe da parte per un giorno le preoccupazioni legate alle imposizioni della Trojka sull’economia nazionale, seicento greci si sono concessi una giornata davvero natalizia e hanno preso parte ieri alla corsa dei Babbi Natale ad Atene. Nulla di impegnativo, appena due chilometri e mezzo, e un costo di dieci euro per ogni partecipante, somma devoluta alla costruzione di strutture per bambini, che in questi anni di dura austerità scarseggiano di risorse pubbliche.

Tra i corridori anche alcune persone disabili, come Marilena, una bimba ha dieci anni affetta da una rara malattia, che le ha danneggiato le funzioni cognitive impedendole di camminare

"E’ nata così – spiega Vasilis, il suo accompagnatore – non può camminare e non può parlare. Ha subito diverse operazioni. Ma è una grande lottatrice, è forte e le piace correre. Quello che voglio fare è realizzare più sedie a rotelle – racconta – in modo che anche altri bambini disabili possano partecipare". A lui piace correre, spiega, e nell’ultimo anno ha portato Marilena a molti eventi, inclusa una maratona.