Forza Italia, Berlusconi: dateci il 51%, cambieremo l’Italia (VIDEO)

Silvio Berlusconi tiene duro. Il Cavaliere non molla nemmeno davanti alle difficoltà. “Sono un vecchietto, ma non posso permettermi di finire la mia avventura umana, di uomo di impresa, di sport e di Stato, come un perdente". Parole che l’uomo di Arcore ha pronunciato durante un intervento telefonico a un incontro targato Forza Italia. Il Berlusca ha intenzione di buttarsi “in questa follia”, ovvero nel rilancio di Forza Italia, “con tutta l’energia di cui sono ancora capace e vorrei veramente concludere questa mia missione di verita’ e liberta’ per il mio Paese dando al mio Paese un governo liberale, che garantisca a tutti i diritti, i beni, la libertà”.

Secondo il leader azzurro attualmente “ci troviamo in una situazione di stallo che puo’ essere risolta solo con un miracolo". Per questo ha intenzione di “andare in giro per l’Italia, sperando che non vogliano chiudere la bocca al leader dell’opposizione democratica del Paese". "Oggi gli italiani non sono sicuri dei propri diritti e della propria libertà, per lo strapotere che ha assunto l’ordine giudiziario, diventato un contropotere". "Da ordine fatto di funzionari che hanno vinto un concorso – ha aggiunto Berlusconi – il potere giudiziario e’ diventato un contropotere che tiene sottomessi il potere esecutivo e il potere legislativo". "E’ una situazione negativa che deve essere assolutamente cambiata e solo con la maggioranza in Parlamento potremo fare la riforma della giustizia per instaurare una ‘giustizia giusta’".

Per Berlusconi in Italia ci sono 24 milioni di elettori indecisi, ed è su questi elettori disgustati e delusi dalla politica che bisogna lavorare. "Siamo chiamati tutti a una battaglia, a una guerra di verita’ e liberta’. Dobbiamo tornare allo spirito del ’94 e anche di più", perche’ "Magistratura democratica e il Partito democratico hanno messo in atto un progetto studiato per far fuori il leader del centrodestra che era, ed e’ ancora, l’ostacolo che ha impedito per 20 anni alla sinistra di conquistare definitivamente il potere".

"I sondaggi oggi dicono che il 40-41% dei cittadini e’ fatto da persone disgustate, deluse, indecise che non vogliono andare a votare e se lo faranno lasceranno nell’urna una scheda bianca; il restante 60% e’ grosso modo diviso tra tre fasce: noi, il Pd, Cinquestelle". "Quelli del Pd e’ inutile contattarli perche’ sono ‘teste dure’ – dice il cavaliere – invece gli elettori del movimento Cinquestelle sono contattabili perche’ non hanno un’antica affezione a questo Movimento, che e’ nuovo e soprattutto perche’ sono molto delusi e disgustati dai parlamentari che Grillo ha mandato alle Camere e dal loro comportamento".