Fini, ‘alleanza con Alfano? Valuto in relazione dei contenuti’

Gianfranco Fini, intervistato dalla Gazzetta del Mezzogiorno, racconta come visse la nascita del Popolo della Libertà e poi il suo distacco dalla scena politica: "C’erano le condizioni per creare un vero bipolarismo con due schieramenti che si contrapponevano", spiega l’ex presidente della Camera e leader di An. Che aggiunge: "Il mio errore madornale fu non comprendere che la personalità di Berlusconi avrebbe reso impossibile nel Pdl qualsiasi differenza interna".  

Secondo Fini "quello che sta accadendo ad Alfano ne è la conferma. Berlusconi è abituato a comandare ma i partiti non si comandano, si guidano, anche attraverso compromessi".

Alla domanda sulla possibilità, per lui, di un alleanza con Alfano, Fini dice: "Valuto tutto in relazione dei contenuti non in ragione dei personalismi o sigle".

Infine sulla necessità di scegliere un leader per la destra, Fini parla delle primarie: "Non mi innamoro di una formuletta. Certo auspico che la selezione avvenga nel modo più ampio possibile. Non per via dinastica. Perché il lider maximo ha deciso e tutti debbano dire sì".