Europee, Caldoro: ingiustissimo Berlusconi non candidato

Il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro ritiene "ingiustissimo" che Silvio Berlusconi "non si possa candidare" alle elezioni europee. Una sua candidatura, ha spiegato "sarebbe un bene per Forza Italia e per il Paese". Caldoro ne ha parlato a margine del convegno a Milano su "Un nuovo bilancio per il rinascimento industriale europeo", promosso dalla Commissione europea.

"Sono convinto – ha spiegato Caldoro – che fino all’ultimo non bisogna rinunciare alla sua candidatura, chiaramente considerando gli aspetti tecnici che ancora bisogna trovare, ma fino alla fine bisogna lottare. Un leader deve avere la sua candidatura. Lo vogliono i cittadini, gli elettori che fanno riferimento a lui".

"Le divisioni penalizzano e il nostro elettorato, moderato, non vuole rotture interne – ha segnalato poi Caldoro -. Se ci sono opinioni diverse, vanno tutte composte. Il richiamo del presidente e’ molto netto e lo condivido moltissimo. Lui ha perfettamente ragione: soprattutto in questo momento la squadra deve essere molto unita. Ora dobbiamo partire tutti per le europee, lavorare per questo importante risultato elettorale che bisogna raggiungere, che alla fine e’ il vero banco di prova".