CRISI | L’appello di Salvini a M5S e Pd: “Fate in fretta, se no andiamo al voto” [VIDEO]

E rilancia ai 5stelle: “Noi ci siamo se vogliamo tagliare i parlamentari, lo ribadisco, lo facciamo domani. Ma si devono tagliare anche le tasse con la prossima manovra”

M5S e Pd sono ancora lontani, il governo giallorosso non è poi così scontato. Ne approfitta Matteo Salvini, che con una diretta Facebook in tarda mattinata critica l’atteggiamento dei due partiti, che stanno solo perdendo tempo a suo dire. “Questo Conte bis mi sembra più un Monti bis”, dice, “ma ognuno è libero di fare ciò che vuole. Ma fate in fretta. Siamo certi che il presidente Mattarella non permetterà questo mercimonio ancora a lungo”.

E a Di Maio: “Vuoi fare il ministro dell’Interno? Ma vai, fai. Se vuoi ti darò qualche consiglio”. “Per noi della Lega dignità e onore valgono più di mille ministeri. A me piace guadagnarmi lo stipendio con i fatti”.

“Dico a Pd e M5S che da giorni si stanno trascinando nella contrattazione di ministeri e poltrone: fate in fretta, state perdendo giorni su giorni e non trovate accordo su ministeri, non su progetti, ma sulle poltrone. Sembra di tornare ai tempi della Prima Repubblica, ai tempi di De Mita e Fanfani”.

L’appello di Salvini, dunque, è fare in fretta. E rilancia: “Noi ci siamo se vogliamo tagliare i parlamentari, lo ribadisco, lo facciamo domani. Ma si devono tagliare anche le tasse con la prossima manovra. Se no andiamo al voto, in maniera trasparente, democratica”.