Centrodestra, Fi Lega e Fdi contro la manovra di Renzi: uniti si vince

"Non è più solo uno slogan. Questa unità di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia c’è e lotta insieme al popolo italiano. Appuntamento alla Camera per dare battaglia compattamente contro questo governo e la sua Legge di Stabilità dei raggiri e della nostra rovina". L’editoriale del ‘Mattinale’, la nota di Fi alla Camera punta sulla "compattezza del centrodestra", spiegando che l’unità "è la sola notizia politica positiva in un quadro di totale inconsistenza e fragilità. Riparte da qui la riscossa, verso il filotto che farà cadere tutti i birilli del Pd".

"La resistenza e la riscossa dinanzi all’inazione disastrosa del governo di centrosinistra – scrivono gli azzurri di Montecitorio – hanno preso forma e si esprimeranno in un atto formale e sostanziale mercoledì alla Camera. Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia rappresentate dai presidenti dei rispettivi gruppi presenteranno insieme gli emendamenti per cambiare la manovraccia", con l’"obiettivo di "trasformare la Legge di Stabilità di Renzi-Padoan basata su numeri falsi e sul raggiro, in qualcosa che aiuti sul serio la sicurezza, la difesa della libertà e le prospettive di benessere".

"Siamo in minoranza. Non siamo dei vanesi. La maggioranza, per altro incostituzionale (130 abusivi tra i deputati), ha i numeri per non far passare nulla. C’è però molto futuro nel gesto unitario – aggiunge il gruppo guidato da Brunetta – . Per la prima volta dal 2011 il centrodestra si presenterà unito in Parlamento. E con idee chiare e decise coralmente. Il cantiere c’è, è aperto, comincia a produrre materiale per cambiare le cose. Questa unità voluta in primis da Berlusconi e da Forza Italia, con lungimiranza politica, è destinata a prendere il governo dell’Italia se saprà avanzare passo dopo passo".

"I sondaggi danno il centrodestra già oggi in vantaggio (circa 32%) sul Pd con il resto degli alfaniani (circa 31%) e i grillini (27%). Ma abbiamo bisogno di superare il 40% per evitare i rischi di un ballottaggio dove sappiamo già di aver contro i mass media. E questa possibilità ha un alto grado di realizzarsi solo con l’impegno diretto di Berlusconi e l’apertura al civismo territoriale e nazionale di personalità che emergano per il loro amore al territorio e al Paese al di fuori delle schiere riconosciute dei militanti di centrodestra", concludono dal foglio azzurro.