Balestretti (MAIE) eletto Presidente della potente Federazione di Collettività straniere in Argentina

Balestretti, esponente MAIE, eletto all'unanimità presidente della più grande organizzazione dell’Argentina. Un altro passo in avanti del Movimento Associativo Italiani all'Estero che con i suoi uomini e le sue donne sta occupando importanti posti di responsabilità nelle istituzioni, sia in Argentina che in Italia

Juan Esteban Balestretti, presidente FAC

Juan Esteban Balestretti, noto membro del MAIE molto vicino al presidente del Movimento Associativo, Sen. Ricardo Merlo, in rappresentanza di FEDIBA, la federazione delle Istituzioni italiane nella Circoscrizione consolare di Buenos Aires, è stato eletto all’unanimità presidente della Federacion de Colectividades (FAC) in Argentina. Si tratta della più grande organizzazione dell’Argentina, una federazione di tutte le comunità straniere presenti nel Paese sudamericano.

“Oltre 40 comunità straniere fanno part della FAC, io sono il rappresentante dell’Italia e del MAIE in particolare”, spiega il neo-presidente Balestretti, che sarà al vertice dell’organizzazione per i prossimi due anni, raggiunto telefonicamente in Argentina da ItaliaChiamaItalia.

“Sono molto felice e non vedo l’ora di mettermi al lavoro”, ha aggiunto il presidente della FAC, che ha voluto “ringraziare il presidente Ricardo Merlo, Dario Signorini e tutti coloro che hanno fatto in modo che questo sogno diventasse realtà”.

Continua a crescere, dunque, il Movimento Associativo Italiani all’Estero fondato nel 2008 da Ricardo Merlo, oggi Sottosegretario agli Esteri con delega per gli Italiani nel mondo. Cresce in particolare in Argentina, dove il movimento è nato.

CGIE – da sinistra, nella foto, Sen. Ricardo Merlo, On. Mario Borghese, il presidente FAC Juan Esteban Balestretti

L’elezione alla presidenza della FAC di Balestretti, infatti, arriva dopo la conquista di FEDITALIA da parte del MAIE con il presidente Julio Croci e la nuova vicepresidente Florencia Caretti, Presidente del MAIE giovani Buenos Aires.

Senza dimenticare che a fine novembre è stato inaugurato all’Università di Buenos Aires, tra le migliori in Sud America e nel mondo, l’Istituto italo-argentino di alti studi, presieduto dal Sen. Claudio Zin, anche lui uomo vicinissimo a Merlo che sedeva tra i banchi di palazzo Madama la scorsa legislatura e oggi continua a mantenere alta la bandiera del MAIE in Argentina e in tutta l’America Meridionale.

Non è mica finita qui. Tutti i consiglieri del CGIE Argentina appartengono al MAIE e su nove Comites argentini, otto sono del MAIE. Non possiamo inoltre dimenticare la nomina di Mariano Gazzola, coordinatore MAIE Argentina, a Consigliere dell’IILA – Istituto latino-americano.

Insomma, la crescita del Movimento Associativo in terra argentina e più in generale in latinoamerica sembra non avere fine. Il MAIE si sviluppa ulteriormente e conquista sempre più spazi all’interno delle istituzioni e sul territorio. Ancora una volta, fa politica da protagonista.