Agosto, moglie mia non ti conosco: boom di divorzi in estate

La coppia scoppia ad agosto? Sì, in Italia è così, tanto che molti studi legali questo mese rimarranno aperti, trattandosi di un momento di intenso lavoro. Il dato sul boom delle crisi di coppia è fornito dal professor Sergio Scicchitano, avvocato noto per aver difeso molti personaggi famosi nell’ambito della magistratura, della politica, dell’industria e dello spettacolo.

«E’ vero, d’estate lavoriamo molto ed è già da alcuni anni che teniamo aperto lo studio anche ad agosto» puntualizza l’avvocato Sergio Scicchitano. Ma perché la coppia scoppia proprio durante i mesi estivi? «Le difficoltà ci sono anche durante l’inverno, ma poi gli impegni distraggono dalle conflittualità perché si è assorbiti dal lavoro e sovente si ha l’impressione che la causa del disaccordo si nasconda nello stress della vita quotidiana, mentre in estate i difetti del partner diventano più evidenti e riemerge tutto ciò che durante il periodo invernale è rimasto sopito» risponde l’avvocato Scicchitano.

«In questo periodo riceviamo anche molte richieste di consulenza da parte di coppie che stanno attraversando un periodo di difficoltà o da parte di un membro della coppia che chiede una consulenza per salvare la propria relazione».

Con il caldo, dunque, aumentano i motivi di disaccordo all’interno delle coppie italiane e si accentua la tendenza a interrompere i legami. Il solo fatto di dover trascorrere più tempo accanto al proprio partner fa esplodere la situazione. «In realtà – prosegue l’avvocato Scicchitano – la crisi di coppia inizia ben prima dell’estate ed è solo la maggiore disponibilità di tempo a far riflettere e a far scoppiare la scintilla del disaccordo proprio ad agosto».

A settembre e ottobre vi è infatti il picco di domande di separazioni e di divorzi nelle aule dei tribunali. «Ma per un terzo delle coppie che decide di lasciarsi, la decisione è presa già ad agosto» afferma l’avvocato Scicchitano.

E se negli anni scorsi a dirsi addio erano soprattutto le coppie di età compresa tra i 30 e i 40 anni, oggi sono gli over 60 a volersi separare, tanto che il 25% delle richieste di «divorzio breve» presentate dall’entrata in vigore della nuova legge arriva proprio da chi ha più di 60 anni, un boom che già ha un nome, «grey divorces», e che già ha assunto caratteristiche di fenomeno sociale non solo in Italia ma anche in molti altri Paesi.

La coppia tipo che ad agosto decide di lasciarsi è comunque eterogenea e secondo gli specialisti dello Studio Legale Scicchitano non si può generalizzare: vi sono persone di tutte le età che già da tempo vivevano separate, altri ancora che finora si sentivano scoraggiati dalla burocrazia e perfino alcune coppie appena rientrate dal viaggio di nozze.

Come tutte le altre coppie che ad agosto decidono di lasciarsi, la stessa regola vale anche per i vip e per i personaggi del mondo dello spettacolo. «L’unica differenza – conclude l’avvocato Sergio Scicchitano – è che quasi sempre le celebrity si lasciano "a mezzo stampa", con un comunicato o dopo un tradimento estivo pubblicato sulle pagine di un giornale».