Adozioni, Di Biagio (Ap): appello a superare silenzio su Congo

"Nelle ultime ore si è svolta la prima sessione del tavolo tecnico per la riforma della disciplina in materia di adozioni  internazionale, con la partecipazione di enti accreditati CAI e Associazioni familiari dalla quale sono emersi punti di attenzione e auspici di rettifica condivisi e necessari". Lo dichiara Aldo Di Biagio, senatore di AP, proponente, insieme ad altri senatori, di un tavolo di confronto tra addetti ai lavori di iniziativa esclusivamente parlamentare.

"E’ emersa in maniera chiara l’urgenza  di una riforma e di un aggiornamento della norma vigente che parta comunque da un intervento migliorativo sui meccanismi operativi della CAI – spiega – senza trascurare l’importanza di chiarire la configurazione giuridica degli enti autorizzati con l’obiettivo di massimizzare le potenzialità di supporto alle famiglie in un ottica di trasparenza e di ridefinizione delle regole operative". "La tutela delle famiglie – spiega di Biagio – in una prospettiva di massimo supporto economico è senza dubbio una priorità, in riferimento alla quale sono state predisposto delle proposte già in questa sessione di bilancio".

Di Biagio ha anche segnalato: "L’attenzione dei partecipanti al tavolo si è poi focalizzata sulla assurda situazione creatasi dopo che lunedì scorso il governo di Kinshasa ha autorizzato la partenza di dieci bambini per l’Italia, e le autorità italiane sembrano fare fatica a rendere noto l’elenco delle famiglie adottive. Sebbene ci sia un limite di competenza, e’ in corso un confronto con il MAECI su questo punto, considerando che è inderogabile una risposta che al momento sembra lontana".