Immigrati, Salvini: “Emergenza sociale in tante città, al governo abbiamo gente pericolosa”

Il leader del Carroccio: “Bisognerebbe per prima cosa smettere di finanziare una Unione Europea che se ne frega. E poi chiudere i porti”

Matteo Salvini è intervenuto stamattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano.

“Renzi, Gentiloni, Alfano, Boldrini e Minniti sono tre anni che dicono che dobbiamo chiedere all’Europa. L’Italia dà ogni anno all’Ue 8 miliardi di euro. Bisognerebbe per prima cosa smettere di finanziare una Unione Europea che se ne frega. E poi chiudere i porti”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, critica il governo che non riesce a farsi valere in Europa.

“La marina militare e la guardia costiera da chi dipendono? Dall’Unione Europea o dal Governo Italiano? Dal Governo Italiano. Bene – prosegue Salvini su Radio Cusano Campus -, dai indicazione di salvare tutti, soccorrere tutti e riportare tutti indietro, dal primo all’ultimo, tanto si sa esattamente anche il metro quadro da cui sono partiti”.

Certo la emergenza immigranti è reale. E ne provoca altre: “In tantissime città si sta arrivando all’emergenza sociale. Io non vorrei che fosse una strategia studiata dal Governo per portare i cittadini all’esasperazione e poi a reagire in malo modo. A questo punto non penso più sia incapacità, penso che ci sia una volontà evidentemente studiata di scatenare la reazione degli italiani per poi lanciare l’allarme, gridare dagli al razzista, dagli al leghista”. Salvini in conclusione assicura: “In questo momento al governo abbiamo un gruppo di persone assai pericolose”.

Comments