Voto italiani all’estero, Lorenzin: “Nelle liste di Civica Popolare valorizzati giovani e società civile”

"Abbiamo voluto sintetizzare nelle nostre liste un'italianità all'estero fatta non solo di cervelli in fuga, ma anche di esperienze e di integrazione interculturale”

Beatrice Lorenzin, ministro della Salute e leader di Civica Popolare, in una nota diffusa alle agenzie parla dei candidati di CP in lista per le quattro ripartizioni estere, tutte persone, secondo il ministro, “con le loro competenze, esperienze e il loro radicamento sul territorio tra le comunità italiane”. Sono loro “la metafora del progetto che Civica Popolare vuole realizzare in Italia. Un progetto fatto di responsabilità, di riaffermazione della credibilità del nostro Paese e di rinnovamento del suo ruolo a livello internazionale”.

“Tra questi candidati – prosegue Lorenzin – ricordiamo profili giovani espressione della nuova italianità, come Marco Carretta, classe 1992 di origine marocchina, adottato in tenera età da una famiglia milanese, impegnato nell’associazionismo e nella difesa dei diritti di minori abbandonati, esempio integrazione. Unici parlamentari in lista, Aldo Di Biagio e Renata Bueno, rispettivamente in Ripartizione Europa e Ripartizione Sud America, che faranno da traino per l’intero progetto estero”, aggiunge.

“Abbiamo voluto sintetizzare nelle nostre liste un’italianità all’estero – conclude Beatrice Lorenzin – fatta non solo di cervelli in fuga, ma anche di esperienze e di integrazione interculturale che dovrebbe aprire una nuova stagione per l’immagine e la credibilità del nostro Paese in Europa e nel mondo”.