Sondaggio, italiani vogliono lavoro e taglio a costi della politica

Secondo l’ultimo sondaggio realizzato in esclusiva per Agorà estate (Rai3) dall’istituto demoscopico Ixè, la fiducia nel governo Renzi si attesta a quota 51% (era 52% un settimana fa).

Prima delle elezioni europee, la fiducia nel governo Renzi si attestava al 49%. Dal 30 maggio scorso ad oggi, il trend si e’ attestato fra il 50% e il 54%, con il picco del 54% registrato nella settimana del 13 giugno.

Secondo il sondaggio, inoltre, per il 39% degli italiani Renzi fara’ le riforme con Berlusconi; il 10% ritiene che il presidente del Consiglio le fara’ con Grillo, il 23% pensa che non le portera’ a termine.

Fra gli elettori Pd, il 45% ritiene che Renzi fara’ le riforme con Berlusconi. La pensa cosi’ anche il 54% degli elettori di Forza Italia e il 44% degli elettori del Movimento 5 Stelle.

ITALIANI VOGLIONO LE PREFERENZE Secondo lo stesso sondaggio, piu’ di un italiano su due (62%) si dichiara a favore dell’introduzione delle preferenze nella prossima legge elettorale. In particolare, la pensa cosi’ il 65% degli elettori Pd, il 65% degli elettori di Forza e il 59% degli elettori del Movimento 5 Stelle.

LAVORO AL PRIMO POSTO L`emergenza lavoro è al primo posto nella scala delle priorità che, secondo gli italiani, il governo Renzi dovrebbe affrontare. A pensarla così è il 62% degli intervistati nel corso del sondaggio Ixè. Al secondo posto, nella scala delle priorità degli italiani, c`è il taglio ai costi della politica (16%), seguito dalla richiesta di taglio delle tasse (13%) e di modifica della legge elettorale (5%). Le riforme costituzionali sono percepite come una priorità dal 3% degli intervistati.

"Il più grande timore degli italiani è perdere il posto di lavoro, anche se nel corso degli ultimi tre mesi questa febbre da paura si è leggermente raffreddata", ha spiegato Roberto Weber, presidente Ixè, presentando i dati.