Sea Watch, Rosato (Pd): “Di Maio e Salvini concentrano la cattiveria su 47 disgraziati in mare”

“Per dirottare l’attenzione dell’opinione pubblica dai loro fallimenti. Di Maio è preoccupato per l’avanzata di Salvini e le spara sempre più grosse”

Ettore Rosato, deputato del Pd e vicepresidente della Camera, parlando a Radio Cusano Campus, sul caso Sea Watch ha detto: “Mi sembra che il governo abbia una strategia molto chiara: passare le giornate a parlare di 47 migranti che sono in mezzo al mare piuttosto che parlare di tutti i problemi che loro non affrontano, cioè l’impoverimento del nostro Paese, il tasso di disoccupazione che esplode e l’incapacità di assumere misure in grado di rilanciare l’economia. Allora concentrano la cattiveria su 47 disgraziati in mare. Penso che tutti noi stiamo vivendo queste giornate fredde con la preoccupazione per qualche nostro anziano o nostro bambino che va fuori di casa, proviamo a pensare cosa vuol dire per bambini, anziani, donne stare in mezzo al mare per due settimane in situazioni non adeguate. Stiamo parlando di alcuni disgraziati su cui Di Maio e Salvini stanno speculando per dirottare l’attenzione dell’opinione pubblica”.

Sulla mancanza di una strategia a livello UE. “Non è possibile continuare a improvvisare così, ma quando tutti quelli che sono fuori dai nostri confini diventano nemici per Salvini e Di Maio è evidente che non ci può essere nessuna strategia comune a livello europeo”.

Riguardo la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’interno Matteo Salvini avanzata dal tribunale dei ministri di Catania per il caso Diciotti. “Può darsi che Salvini decida di farsi processare per utilizzare la cosa a scopi elettorali. Il punto di forza di tutta la sua comunicazione e della sua politica è lo scontro sull’immigrazione, guai se si trova un accordo per gestire l’immigrazione, altrimenti lui di cosa parlerebbe?”.

M5S in imbarazzo in caso di voto su processo a Salvini. “Il M5S aveva una posizione giustizialista prima della campagna elettorale. Dopo le leggi che hanno votato in questi mesi, penso che la loro posizione sulla giustizia sia esattamente al contrario”.

Riguardo l’editoriale di Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano in cui esponenti del PD vengono definiti ‘comunisti col Rolex’. “Credo che il Rolex ce l’abbia Travaglio più di tanti miei colleghi”.