Scuole italiane all’estero, i sindacati chiedono un incontro urgente ai Ministeri degli Esteri e dell’Istruzione

Dopo “il recente grave caso della Scuola Italiana a Barcellona” che ha chiuso i battenti, è allarme per le scuole italiane nel mondo

Parla italiano?

Scuole italiane all’estero in pericolo? Lo scorso 4 gennaio il Console di Barcellona ha chiuso il Liceo italiano e sospeso le lezioni per mancanza dei permessi legati all’utilizzo dei locali ai fini dell’attività didattica. Proprio per questo Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Gilda Unams hanno chiesto un incontro urgente ai Ministeri degli Esteri e dell’Istruzione, per avere informazioni e confrontarsi sullo stato delle scuole, dei corsi e dei lettorati italiani all’estero.

I sindacati, nella lettera inviata a Carmela Palumbo, Capo Dipartimento della Direzione generale per il personale scolastico del Miur, e Roberto Nocella, della Direzione generale per la Promozione del Sistema Paese alla Farnesina, citano proprio “il recente grave caso della Scuola Italiana a Barcellona (notizia appresa peraltro dalla stampa nazionale)”.

Ma non c’è solo questo. I sindacati vorrebbero risposte anche sullo “stato della situazione delle nomine del personale da destinare all’estero (in molti casi, come ad Addis Abeba, l’organico è notevolmente insufficiente rispetto alle richieste)”, oltre che sulle “difficoltà di avvio anno scolastico”.

Tutti temi al centro dell’incontro in cui intendono discutere delle diverse “problematiche relative al funzionamento del servizio scolastico nelle scuole statali all’estero in relazione”. E cioè: “chiusura dei locali per inagibilità e interruzione del servizio scolastico nella Scuola di Barcellona; gestione del personale docente a contratto locale in servizio nella Scuola di Madrid in applicazione delle sentenze del Tribunale del Lavoro di Madrid; copertura dei posti vacanti, in particolare per le scuole di Asmara e Addis Abeba”.

I sindacati chiedono inoltre ai ministeri informazioni sulla situazione delle nomine del personale da destinare all’estero per l’anno scolastico 2019/20; sull’applicazione del CCNI sul PMOF 2019/20 e sull’attivazione delle funzioni strumentali per l’anno scolastico 2019/20; e, infine, sulla proposta di contingente scolastico all’estero per l’anno scolastico 2020/21.