Santo Domingo, ‘ridateci la nostra Ambasciata’: firma anche tu la petizione online

Sergio Boschetti, coordinatore del MAIE a Las Galeras (Samanà), Repubblica Dominicana, continua a portare avanti sui social la battaglia a favore della riapertura dell’ambasciata italiana a Santo Domingo. L’obiettivo, ambasciata o meno, resta quello per cui il MAIE sta lottando da oltre un anno e mezzo ormai: servizi consolari degni di tale nome per la comunità italiana residente nell’isola caraibica.

Boschetti ha lanciato una petizione online, ancora prima di entrare nel Movimento Associativo Italiani all’Estero. Nella sua petizione il nostro connazionale scrive: "Riapriamo la nostra Ambasciata di Santo Domingo. La richiesta diventa sempre piu’ forte ed insistente, ogni giorno di più, all’interno della nostra comunitá della Repubblica Dominicana, orfana, dallo scorso gennaio, del proprio punto di riferimento nazionale. Gli italiani della Repubblica Dominicana adesso dipendono, come é noto, dall’Ambasciata di Panama".

FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE ONLINE: TI BASTA UN MINUTO

Su Italiani RD, rivista diretta da Ennio Marchetti, si legge in proposito: "Si sta lavorando per attenuare i disagi che la scelta del nostro Governo ha comportato, ma i problemi, soprattutto per rifare i passaporti scaduti, ottenere visti, sussistono. L’unica possibilità concreta é sobbarcarsi la spesa e i disagi di un viaggio a Panama City; ma quanti degli italiani della RD dispongono del denaro e del tempo necessario per realizzarlo?".

Così Sergio Boschetti, che a Las Galeras ha creato con successo il Las Galeras Village, promotore della petizione, non smette di farsi sentire. Le firme sono attualmente circa 1500. Si vanno ad aggiungere a quelle della petizione online lanciata dal MAIE nel gennaio 2014, e alle oltre 3mila e 500 firme fisicamente raccolte dal MAIE grazie alla collaborazione di tanti amici e alla tenacia di Federico Floris, vice-coordinatore MAIE a Boca Chica, che sotto il sole, in spiaggia, per settimane ha informato i connazionali di quanto stesse accadendo e ha riempito decine e decine di moduli per raccogliere le firme. Quelle 3.500 firme sono state poi consegnate all’Ambasciata d’Italia a Santo Domingo che la ha inviate alla Farnesina.

“La causa per la quale mi sto battendo – afferma Boschetti – è serissima e di vitale importanza per una grandissima comunitá di italiani a Santo Domingo. Chiediamo che venga riaperta la nostra Ambasciata, punto di riferimento importante anche per chi viene in vacanza in Repubblica Dominicana. Continuate a firmare e invitate a firmare i vostri amici. Grazie di cuore”. ItaliaChiamaItalia sostiene la petizione online di Boschetti e invita tutti i propri lettori a firmarla.