Saldi a Miami, la villa di Gianni Versace costa 50 milioni in meno – di Roberto Zanni

I turisti continuano a fermarsi davanti a quel cancello nero che si trova su Ocean Drive, a Miami Beach, salgono sui gradini, si mettono in posa e le foto si susseguono, una dietro l’altra, 365 giorni l’anno. Chi arriva a Miami, qualsiasi sia il motivo della visita, un passaggio davanti a Casa Casuarina lo deve fare. Che poi, nonostante quel nome, per tutti, e non importa quale sia la nazione di provenienza, la villa di Ocean Drive era, è e rimarrà quella di Gianna Versace, là dove lo stilista italiano fu ucciso, nel 1997. Ma anche a distanza di 16 anni da quel giorno, la gente continua a fermarsi, a fare le fotografie davanti a quel cancello. Senza rischiare di essere smentiti, quei gradini, quella parte di marciapiede di Ocean Drive, la strada di Miami Beach che si affaccia sulla spiaggia, lì dove ci sono i bar, i ristoranti sempre affollati, quella parte dicevamo, si è trasformata in una delle  attrazioni più famose. Non ci sarebbe da stupirsi se un giorno i proprietari della Casa Casuarina mettessero una tassa sulle fotografie scattate davanti al cancello nero. Ne fanno talmente tante che diventerebbe una notevole fonte di guadagno… E se per ora si può scherzare su questa idea, non è detto che un giorno o l’altro qualcosa non salti fuori. Già, perchè sembra proprio che la Casa Casuarina sia in svendita o quasi. Cosa succede? Semplice: un anno fa quando fece il suo ingresso, trionfale, nel mercato immobiliare, la villa trasformata in una celebrità da Gianni Versace, aveva un prezzo di 125 milioni di dollari, la più costosa degli Stati Uniti. E allora, anche per questo motivo, le fotografie davanti al cancello si sono moltiplicate, per la gioia dei turisti che potevano tornarsene a casa con la prova in tasca di essersi fermati davanti a qualcosa di unico. Ma non tutti si accontentano di essere turisti e basta, e anche se quella villa è indubbiamente un immobile unico, per il tipo di costruzione, per la posizione, per chi l’ha abitata e tutto il resto, nonostante si fosse detto che c’erano diverse richieste, per quel prezzo, 125 milioni di dollari, nessuno l’ha voluta. È rimasta lì invenduta, nonostante il mercato immobiliare a Miami, come in tutti gli States, abbia cambiato marcia lasciandosi alle spalle la grande crisi. Anzi, proprio a Miami si diceva, cifre alla mano, che proprio il settore di gran lusso, tra gli immobili, fosse quello che tirava di più. Ma evidentemente fino a un certo punto, perchè lo scorso novembre, visto che di clienti non ce n’erano, il proprietario ha deciso di effettuare una sostanziosa riduzione di prezzo: addirittura il 20% per cento in meno, cioè passare da 125 a 100 milioni di dollari. Uno sconto che non si vede nemmeno nei giorni più ‘caldi’ dell’anno negli Stati Uniti, insomma una cosa da far invidia ai mall, ai grandi magazzini che quando arriva la festa importante, tagliano i prezzi e la gente corre a comprare.  

Non è successa invece la stessa cosa in Ocean Drive, perchè dopo quel primo sconto, Casa Casuarina è rimasta sempre lì, da sola, nessun compratore. Allora, passati altri sei mesi senza novità, il proprietario, Peter Loftin, ha dato il suo ok per un altro sconto, questa volta ancora più cospicuo, in  percentuale, del 25%, portando il prezzo a 75 milioni. Una decurtazione di altri 25 milioni di dollari, che, sommati a quelli di novembre, fanno 50 milioni. In pratica da novembre a oggi Casa Casuarina ha visto il proprio valore diminuito del 40%, numeri che non si sono visti nemmeno nei momenti più neri della crisi cominciata nel 2009 e che ha avuto nel settore immobiliare uno dei più colpiti. Ma quando la villa fu posta in vendita a 125 milioni, in molti dissero che era un prezzo fuori dalla realtà e dal mercato, ed evidentemente sono bastati pochi mesi per vedere chi aveva ragione. Anche perchè chi sta curando la vendita della villa è uno dei realtor più famosi, una agenzia immobiliare, guidata da Jill Hertzberg e Jill Eber che dal 2005 a oggi ha venduto immobili per un valore di 1,7 miliardi di dollari, secondo le cifre fornite dalla Coldwell Banker, insomma sono abituati a vendere e anche ad avere ville, appartamenti, proprietà di grande importanza nel proprio portafogli, come lo è Casa Casuarina, ma a un prezzo equo.