Roma, Virginia Raggi non si ricandida. Salvini, “regalo di Natale per i romani”

Ma le polemiche continuano, sul caso del sindaco di Pomezia, che insiste: “Chiedo di potermi ricandidare” e protesta conto la regola dei due mandati

Virginia Raggi fa sapere che non si ricandiderà, rimanendo così fedele alle regole del M5S sul doppio mandato. La sindaca di Roma chiude le polemiche scatenate dal sindaco grillino di Pomezia, Fabio Fucci, che ha chiesto di poter essere ricandidato.

Virginia dunque non si ricandiderà: “In base alla regola dei due mandati direi di no, la regola è chiara e ce la siamo data”. E comunque, aggiunge, “direi che arrivare viva alla fine di questo mandato sarà un grandissimo successo”.

Ma il sindaco di Pomezia tira avanti per la propria strada: “Credo che il governo abbia bisogno di continuità, è illogico che un sindaco che secondo quanto detto e ripetuto anche dallo stesso M5s ha fatto bene, oggi viene accantonato. È illogico e poco lungimirante”.

Le reazioni politiche? Il capo della Lega Matteo Salvini: “Raggi non si ricandida? Dopo la tristezza di Spelacchio, è il miglior regalo possibile per i romani!”. Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia: “Non sarebbe stata comunque rieletta”.