Riforme, Toti (Forza Italia): assurdo non votarle

Giovanni Toti, consigliere politico di Silvio Berlusconi, parlando con Il Messaggero spiega: “Noi siamo l’alternativa a Renzi, il nostro modo di vedere il mondo è diametralmente opposto al suo". "Questo Paese è fermo. Le imprese chiudono, l’economia non parte e gli italiani sono alle prese con sempre più tasse da pagare. Ma la modifica della Costituzione va proprio nella direzione voluta da Forza Italia, sarebbe assurdo non votarla".

"Noi siamo un’opposizione seria. Ma le regole costituzionali devono essere cambiate: lo abbiamo ripetuto per 20 anni, e il centrosinistra ci ha sempre sbattuto la porta in faccia. Ora, finalmente, sono disposti a ragionare con noi: sarebbe irresponsabile rispondere con un no".

Ai malpancisti manda a dire: "Dobbiamo smettere di inseguire il meglio a tutti i costi, perché inseguendo sempre il meglio si rischia di non fare le riforme del tutto. Abbiamo migliorato il testo in commissione, e speriamo di migliorarlo ancora in aula. Le questioni sollevate dai colleghi di partito sono assolutamente legittime, ma alla fine di ogni trattativa c’è una sintesi. Che tutte le parti devono rispettare".

Sull’Italicum inoltre precisa: "Quando la legge sarà incardinata, in Commissione si ragionerà di tutto".