Riforme, salta incontro fra M5S e Pd

Niente incontro sulle riforme fra il Pd e il Movimento 5 Stelle. La conferma arriva dal capogruppo del Pd alla Camera, Roberto Speranza, che ha inviato una lettera alla presidente di Montecitorio, Laura Boldrini. "Il Pd – si legge – considera questo confronto molto serio e importante per il dibattito democratico nel nostro Paese e per dare piu’ forza al percorso delle riforme. Proprio per queste ragioni riteniamo imprescindibile che tale confronto possa svolgersi solo dopo che saranno pervenute formali risposte alle questioni indicate nei giorni scorsi dal Pd".

Il M5S usa l’ironia per commentare. "È più probabile che il centrodestra apra alle unioni gay piuttosto che il Pd faccia una legge col M5s. La realtà oltre la fantasia!". Lo scrive su Twitter la deputata M5s Giulia Di Vita. "Senza slide – scrive in un altro tweet – le risposte non le capiscono".

Intanto il grillino Di Maio, vicepresidente della Camera, annuncia una conferenza stampa M5S alle 12. Proprio quel Di Maio che in diverse interviste, anche oggi sui giornali, ha più volte assicurato: “l’incontro ci sarà", "è tutto organizzato – ha aggiunto Di Maio – Giovedi’ ho sentito Lorenzo Guerini del Pd e alle 15 c’e’ la diretta streaming dalla sala del Cavaliere. Credo che ci vedremo serenamente alle 15, noi ci saremo, non credo che loro diserteranno l’incontro".

Nelle prime ore del mattino sembrava infatti ormai certo l’incontro fra M5S e Pd. Il Movimento 5 Stelle aveva anche annunciato che alle 15 ci sarebbe stata la diretta streaming per trasmettere l’incontro tra la delegazione del M5S e quella del Pd in merito alla legge elettorale.