Riforme, Polverini (Fi): se Berlusconi lancia appello va ascoltato

"La riunione di due giorni fa con Silvio Berlusconi è stata molto toccante perché ci si deve sempre ricordare che siamo di fronte a una persona che in vent’anni ha portato Forza Italia al governo del Paese e ci ha dato modo di identificarci in una destra che aveva e ha tuttora un grande leader". Così, intervenendo a Omnibus su La7, la deputata di Forza Italia Renata Polverini che ha aggiunto "un leader che se in questo momento di difficoltà lancia un appello rispetto alle riforme va ascoltato e merita comunque un momento di riflessione per capire se continuare con il nostro contributo al dibattito".

"Per quanto mi riguarda, quindi – ha affermato -, in un momento così drammatico, non intendo mettere il mio nome a disposizione di persone che magari pensano di intraprendere una via nella quale non mi riconoscerei. Domani, poi, sarà una giornata molto delicata non per il percorso delle riforme del Paese, ma per la vita politica e istituzionale di Berlusconi e di Forza Italia. A prescindere dall’esito della sentenza che mi auguro possa essere ragionevole, non ci sarà una retromarcia rispetto al Patto del Nazareno perché Berlusconi ha sempre affermato che le sue vicende giudiziarie non avrebbero interrotto la volontà di concorrere insieme al Pd nel riformare questo Paese. Ma ci dovremmo comunque interrogare con quali modalità continuare il percorso."