Regionali, Berlusconi scende in pista: ‘unire i moderati’

L’appuntamento e’ per sabato mattina al teatro della Gioventu’ di Genova, location scelta da Silvio Berlusconi per la prima uscita pubblica della campagna elettorale. L’ex premier si rechera’ nel capoluogo ligure per dare il suo personale sostegno a Giovanni Toti, consigliere azzurro e candidato del partito alla guida della regione. Un comizio al chiuso che rispetta la strategia decisa dal Cavaliere e dai suoi uomini per i diversi appuntamenti elettorali. E prendendo spunto proprio dai partiti (Ncd, Fdi e la Lega) che sostengono Toti, l’ex capo del governo cogliera’ di nuovo l’occasione per insistere sulla necessita’ che il centrodestra torni unito: lo impone la nuova legge elettorale – e’ il senso del suo ragionamento – ed e’ l’unica soluzione per tentare di battere il Pd.

Dopo le elezioni inglesi, per l’ex capo del governo e’ ancora piu’ urgente dar vita ad un nuovo soggetto politico da poter contrapporre ai democratici. L’esempio da seguire e’ il modello del partito repubblicano americano, una struttura leggera senza organismi intermedi e con un contatto piu’ diretto con i territori. La prima tappa e’ dunque e’ Genova, dove non e’ escluso che l’ex premier possa tornare per chiudere con Toti la campagna elettorale a fine maggio. Ma, al di la’ della Liguria, il Cavaliere e’ atteso in almeno altre due regioni: la Campania per sostenere Stefano Caldoro e la Puglia dove il candidato di Fi Adriana Poli Bortone dovra’ vedersela non solo contro Michele Emiliano ma anche contro Francesco Schittulli, il candidato sostenuto da Raffaele Fitto.

L’agenda di Berlusconi pero’ e’ ancora da costruire. L’ex capo del governo sarebbe dovuto essere a Bari gia’ lunedi’ chiamato come testimone nel processo Escort ma, hanno fatto sapere i suoi avvocati, per impedimenti non potra’ essere presente. Sulla carta le date del tour pugliese sono il 13-14 ma il programma e’ ancora tutto da definire. Stesso discorso per Napoli. Domenica invece l’ex premier telefonera’ a Perugia per concludere la tre giorni di ‘Primavera delle idee’ organizzata da Marcello Fiori.

Se il Cavaliere inizia a muovere i primi passi in campagna elettorale, non si puo’ dire lo stesso di Raffaele Fitto. L’eurodeputato infatti e’ da giorni impegnato in un tour de force in giro per tutta la Puglia e domani insieme a Schittulli presentera’ i candidati della lista ‘Oltre Fitto’. Anche l’eurodeputato pero’ in realta’ e’ gia’ proiettato al dopo regionali. Al di la’ della creazione dei gruppi fittiani (il debutto ci sara’ dopo il voto) il progetto del capo dei frondisti guarda oltre i confini italiani. Non e’ un caso che sia stato il primo a congratularsi per la vittoria di David Cameron in Inghilterra sostenuto pubblicamente con una lettera firmata da circa 30 deputati e pubblicata lo scorso 26 aprile sul quotidiano The Telegraph. I dettagli del progetto sono ancora top secret ma e’ chiaro l’approdo a cui mira l’eurodeputato azzurro: essere il punto di riferimento in Italia dei conservatori. Il che tradotto vuol dire dar vita ad un soggetto politico con una chiara collocazione anche in Europa L’attenzione infatti e’ per il gruppo dei Conservatori e riformisti europei (lo stesso del partito di Cameron) e che stando ai numeri e’ il terzo gruppo all’Europarlamento.