Pd, Eugenio Marino confermato responsabile italiani nel mondo: ‘ora la sfida dei Comites’

Eugenio Marino, già responsabile nazionale Pd per gli italiani nel mondo, è stato riconfermato in questi giorni nel suo ruolo, all’interno del Dipartimento Organizzazione guidato dal vicesegretario Lorenzo Guerini. La nomina è stata annunciata ieri all’Assemblea dei circoli europei del Pd, nell’ambito della festa europea de l’Unità in Lussemburgo alla presenza dello stesso Marino, il quale ha tenuto il discorso conclusivo.

Una "dimostrazione di fiducia nel lavoro fatto finora e che non era affatto scontata", commenta Marino. Tra le priorità del responsabile del Pd estero ora ci sono le elezioni per il rinnovo dei Comites: "Dobbiamo fare di tutto perché le elezioni dei Comites siano quanto più partecipate, un’alta partecipazione sarebbe un successo della comunità, non del partito".

Il compito del Pd ora, secondo Marino, è portare "le proprie idee su come vanno riformati i Comites, quale ruolo devono avere". I Comites, infatti, secondo Marino, devono trovare il loro "spazio armonico senza sovrapposizione di potere con le altre rappresentanze degli italiani all’estero". Con l’auspicio, inoltre, che con le elezioni si realizzi anche un "rinnovo generazionale di queste rappresentanze", un rinnovamento che nel Pd è iniziato "già in Parlamento e che continua anche ora e ha avuto un’accelerazione enorme" anche all’estero, "grazie all’apertura del partito" che "si muove con strumenti moderni" verso le nuove generazioni e la nuova emigrazione. Ora è fondamentale, conclude Marino, "trovare il modo di coinvolgere anche coloro che si trovano temporaneamente all’estero e non sono iscritti all’Aire".