Nuovo look per lo scooter Yamaha Xmax 400

Viene considerato il “Re degli scooter”, ma anche sua maestà ha bisogno di qualche ritocchino: questi ultimi mesi del 2015 portano in dote alcuni interessanti accessori originali per lo Yamaha x max 400, che si presenta anche in una nuova livrea Iron.

Carattere, linee accattivanti, prezzo competitivo, buone performance: sono questi gli ingredienti del successo dello scooter Yamaha X-Max 400, che continua ad avere successo di vendita e critica. Parliamo di un mezzo progettato per gli spostamenti quotidiani, ma anche per districarsi con semplicità sulle strade extraurbane, per una gita fuori porta, e dunque utile e utilizzabile sette giorni a settimana, grazie a particolari come la carrozzeria, sportiva e sofisticata, la grande area pedana che offre confortevolezza, una buona dotazione di luci a Led per la sicurezza, un peso contenuto e dimensioni compatte che assicurano agilità nel traffico. Ma la casa giapponese sa bene che, per restare sulla cresta dell’onda, bisogna proseguire sempre nella ricerca e nella sperimentazione di soluzioni innovative. Andiamo dunque a vedere cosa propongono, da un lato, i tecnici nipponici e, dall’altro, il segmento aftermarket. Qui il video da Panorama Auto.

Nel segno dell’acciaio. Il 2015 si chiude con l’introduzione di una edizione speciale dello scooter che prende il nome di Iron Max, disponibile in tre cilindrate caratterizzate da motore da un solo cilindro raffreddato con liquido ad iniezione elettronica. Per i nuovi modelli è stato scelto un colore che viene definito "Liquid Darkness", dal design esclusivo e finiture di alta qualità, e inseriti anche nuovi emblemi in alluminio e particolari finiture in pelle nella zona del retro scudo, che sono abbinate alla nuova sella; il manubrio rivestito con tonalità in cromo satinato, i dettagli sul tachimetro, le pedane in alluminio e la strumentazione retroilluminata in bianco marcano ulteriormente le differenze con le versioni fin qui ammirate.

Un’ampia scelta di ricambi originali. Gli scooter di casa Yamaha offrono sempre un design sofisticato e prestazioni da leader nella loro classe. Ma per i più esigenti, non va assolutamente trascurata la possibilità di personalizzare il proprio mezzo con la vasta gamma di componenti e di accessori originali disponibili sul mercato. D’altronde, basta guardare la pagina (o, per meglio dire, le pagine!) a disposizione su Omnia Racing dedicata alla yamaha x max 400, uno dei punti di riferimento dell’aftermarket online: ben 181 differenti prodotti, da slip on a silenziatori, da parabrezza a bauletti, selle e altro, che aiuteranno a rendere davvero unico lo stile del proprio scooter, consentendo allo stesso tempo migliori prestazioni e maggiore comfort.

Le novità di Exan. Ci concentriamo in particolare sulle più recenti soluzioni proposte, ovvero quelle realizzate dalla Exan, la società di base a Casa di Lissone che si appresta a tagliare il traguardo dei primi 20 anni di attività. Per lo scooterone Yamaha è infatti disponibile un silenziatore Ovale della linea X-Black, che si contraddistingue per il fondello in carbonio, dalla forma di trapezio, che rende più accentuato il carattere sportivo e aggressivo. In termini di performance, il terminale garantisce innanzitutto un risparmio in termini di peso rispetto all’originale, a tutto beneficio della maneggevolezza di guida, in particolare per la velocità di reazione ai cambi di direzione. Inoltre, sono state studiate delle speciali geometrie interne che consentono un migliore passaggio dei gas di scarico, con conseguente miglioramento di erogazione durante il viaggio (secondo l’azienda, a ogni tipo di regime e di velocità di marcia). Il terminale è disponibile in quattro diverse versioni – dal Cfrp al titanio fino a due soluzioni in acciaio Inox, satinato nero o chiaro – è ovviamente omologato per la rumorosità e può contare sul DB Killer estraibile.

Cuore pulsante. Questi prodotti servono a dare una spinta ulteriore al look e alle caratteristiche dello scooter prodotto dalla casa di Iwata. Che, lo ricordiamo, dispone tra le altre cose di una sospensione anteriore a forcella telescopica, lubrificazione a carter umido e iniezione elettronica, ma soprattutto di un rassicurante impianto frenante con un doppio disco idraulico. Il peso standard è di 211 kg, che diventano 215 nella versione con ABS (ecco che, dunque, il risparmio sul peso può diventare importante!), mentre il serbatoio ha una capienza di 14 litri.