Noi italiani all’estero vogliamo parlamentari con le palle – di Nello Passaro

Condivido e apprezzo l’ironia con cui Gian Luigi Ferretti esprime il proprio  giudizio sul comportamento degli onorevoli del Pd Laura Garavini e Alessio Tacconi, che non fanno altro che propagandare la presunta attenzione da parte del governo nei confronti degli italiani nel mondo. Il loro atteggiamento non sorprende in verità più di tanto, visto che ci troviamo di fronte a due parlamentari eletti all’estero molto particolari.

Tacconi è un personaggio in perenne ricerca d’autore e di elettori che ne sponsorizzino e stabilizzino  la carriera. Garavini si dice tanto felice per il fatto che questo governo abbia riconosciuto l’esenzione IMU per i pensionati, ma  invece di adoperarsi per far estendere questo riconoscimento a tutti sfrutta ogni occasione per appropriarsi di questo presunto merito; merito che solo lei ed i suoi compagni riconoscono al governo attuale ed a loro stessi. Ma noi sappiamo bene che la discriminazione, per quanto riguarda l’Imu e gli italiani nel mondo, continua.

L’EDITORIALE ITALIANI ALL’ESTERO, NON E’ QUESTA LA POLITICA CHE VOGLIAMO

Fino a quando dovremo consentire a personaggi del genere di distorcere e strumentalizzare la realtà? Perché la verità è che la politica di questo governo è inesistente per ciò che riguarda gli italiani all’estero. Da Renzi solo danni oltre confine.

Noi italiani residenti all’estero abbiamo bisogno di rappresentanti in Parlamento che dimostrino al nostro governo di avere le palle, portando avanti e difendendo a spada tratta le giuste rivendicazioni dei loro elettori. Purtroppo il coraggio manca a certi eletti, così il governo italiano fa con i suoi cittadini all’estero quel che  vuole, cercando soprattutto di far cassa a loro spese.