Mantova Salus: personale medico reclutato a Cuba, ma la burocrazia ne impedisce l’arrivo in Italia

Tanto che i vertici di Mantova Salus hanno già contattato anche il ministero della Salute per cercare di trovare una soluzione

Il braccio di ferro dura da circa un mese, ma al momento la situazione ancora non si sblocca. E pensare che si parla di assunzioni: venti tra medici e infermieri cubani che il gruppo Mantova Salus, presieduto da Guerrino Nicchio, ha già reclutato per inserirli negli ospedali San Pellegrino di Castiglione delle Stiviere e Volta Mantovana e nelle Rsa.

Ma la burocrazia e le pieghe della normativa in materia di contratti di lavoro, spiega la Gazzetta di Mantova, ne impediscono l’arrivo in Italia. Tanto che i vertici di Mantova Salus hanno già contattato anche il ministero della Salute per cercare di trovare una soluzione.

Il problema nasce dall’ormai cronica carenza di personale sanitario che dalle strutture private, anche convenzionate con il sistema sanitario regionale e nazionale, cerca appena può una sistemazione nel pubblico, dove il trattamento economico è più allettante.