“L’italiano e la rete, le reti per l’italiano”: inizia la XVIII Settimana della Lingua Italiana nel mondo

L'appuntamento più importante dedicato alla promozione della lingua italiana all'estero, anche la Farnesina tra gli organizzatori

Dal 15 al 21 ottobre si celebra la XVIII edizione della Settimana della Lingua Italiana nel mondo, l’appuntamento più importante dedicato alla promozione della lingua italiana all’estero, organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale insieme all’Accademia della Crusca, alla Società Dante Alighieri e con il sostegno della Confederazione elvetica.

Il tema di quest’anno, riferisce una nota del ministero degli Esteri, è: “L’italiano e la rete, le reti per l’italiano”. Da un lato il tema analizza la “rete” come internet e social media, in cui la nostra lingua sperimenta trasformazioni fisiologiche e che sono strumento per una sua ulteriore diffusione. Dall’altro si passano in rassegna e si valorizzano le “reti fisiche”, che lavorano quotidianamente per la diffusione dell’italiano nel mondo: le scuole italiane nel mondo, gli Istituti di Cultura, le università, i Comitati della Società Dante Alighieri, le associazioni dei nostri connazionali all’estero.

Infine, c’è la nuova rete di chi, non italiano di nascita, ha fatto dell’italiano la propria lingua lavorativa, utilizzandolo per scrivere o per insegnare, facendosi testimone, attraverso il proprio lavoro, del nostro Paese e della nostra cultura.

Ampia la varietà delle iniziative che Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura offriranno a tutti gli amanti della nostra lingua, e che possono essere scoperte, come di consueto, nel Portale della Lingua Italiana (www.linguaitaliana.esteri.it).

Anche quest’anno si prevede che vengano superati i mille eventi, che toccheranno tipologie e ambiti diversi.

All’indomani della chiusura della Settimana, si terrà il 22 ottobre a Roma la terza edizione degli “Stati Generali della Lingua italiana nel mondo”. Si farà il punto sullo stato di avanzamento dei programmi a sostegno dell’insegnamento dell’italiano e sulle strategie per un ulteriore rafforzamento.

Gli Stati Generali saranno aperti dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Enzo Moavero Milanesi e dal Ministro per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca Marco Bussetti. Vi parteciperanno, tra gli altri, i Presidenti della Società Dante Alighieri Andrea Riccardi e dell’Accademia della Crusca Claudio Marazzini, il Presidente della Rai Marcello Foa e studiosi come Stefano Bartezzaghi. Le conclusioni saranno affidate al Sottosegretario Guglielmo Picchi.