Javier Zanetti a Cordoba con Borghese (MAIE), a ItaliaChiamaItalia: “Ormai mi sento italiano” [FOTO]

“Però c'è un legame fortissimo con l’Argentina e faccio in modo di poter essere presente anche qui in Argentina il più possibile, basta organizzarsi”

Javier Zanetti, storico capitano dell’Inter, ha partecipato nei giorni scorsi a una iniziativa a Cordoba, Argentina, invitato dall’On. Mario Borghese, giovane deputato del Movimento Associativo Italiani all’Estero (MAIE). “Aver partecipato a questa iniziativa a Córdoba mi ha dato una grandissima emozione – dichiara capitan Zanetti a colloquio con ItaliaChiamaItalia -, perché questa Academy che è stata inaugurata è la prima nel mio Paese, è stato bellissimo e per me significa molto. Crediamo molto in questo progetto e abbiamo grande entusiasmo nel portarlo avanti”.

Un evento del genere cosa ha lasciato nel cuore di Zanetti?

“Mi porto nel cuore tutto l’affetto della gente di Córdoba e il grande rispetto per l’Inter che ci hanno trasmesso”.

Come vive il suo essere italoargentino? Come si divide tra Italia e Argentina?

“Ormai mi sento italiano, però c’è un legame fortissimo con l’Argentina e faccio in modo di poter essere presente anche qui in Argentina il più possibile, basta organizzarsi. Adesso l’Academy sarà un’altra opportunità per venire più spesso”.

Lei sapeva che la comunità italiana a Córdoba era così attiva e organizzata?

“Sapevo della comunità italiana e mi fa un enorme piacere vedere che sia così organizzata, appassionata. E’ molto bello che sia così”.

BORGHESE, “CORDOBA TIFA ZANETTI”

L’On. Mario Borghese, raggiunto telefonicamente da Italiachiamaitalia.it, da parte sua dichiara: “È stato davvero un piacere ricevere nella mia città, Cordoba, un campione come Zanetti, un uomo che nello sport ma anche nella vita è senz’altro un esempio per molti dei nostri giovani che devono rendersi conto che nella vita per avere successo talvolta non basta il talento, ma ci vogliono spirito di sacrificio e generosità. Grazie capitan Zanetti, Cordoba tifa per te. A presto!”.