Italiani nel mondo, il MAIE presente all’omaggio della città di Rosario a Giuseppe Paratore

Il Movimento Associativo Italiani all’Estero ha voluto partecipare all’omaggio che il Consiglio Comunale di Rosario ha reso a Giuseppe “Pipo” Paratore, noto giornalista della comunità italiana di Rosario. “È stata una forte emozione poter partecipare rappresentando al MAIE, insieme alla Sen. Mirella Giai – Coordinatrice MAIE Sudamerica – del meritato riconoscimento che la Città attraverso il suo più alto organo rappresentativo, il Consiglio Comunale, ha voluto rendere ad un instancabile lavoratore della nostra comunità”- ha dichiarato il Presidente MAIE Argentina Mariano Gazzola. "Abbiamo subito sostenuto la richiesta che parecchie associazioni italiane di Rosario, attraverso il Consigliere Comunale Oscar Greppi, hanno presentato al Consiglio Comunale alla fine dell’anno scorso, affinchè si rendesse omaggio a Pipo Paratore in riconoscimento del suo prezioso contributo al giornalismo di Rosario e la sua traiettoria nella locale comunità italiana”, ha aggiunto Gazzola.
 
La cerimonia si è tenuta giovedì 23 maggio, nel Palazzo Vasallo, sede del Consiglio Comunale, riunitosi in seduta speciale presieduta dal Presidente del Consiglio Miguel Angel Zamarini. Oltre i consiglieri comunali erano presenti il Console Generale d’Italia Rosario Miccichè, la Sen. Mirella Giai, il Presidente del Com.It.Es. Erugelio Carloni, il Consigliere CGIE Mariano Gazzola, numerosi presidenti e dirigenti delle associazioni italiane, collaboratori e famigliari di Paratore. Dopo l’intervento del Consigliere Greppi, che ha ricordato il curriculum di Paratore sottolineando il suo "impegno con la comunità italiana e con la città che l’ha accolto", il Presidente Zamarini accompagnato dai vicepresidenti del Consiglio Norma Lopez e Laura Weskamp hanno consegnato il diploma di "giornalista distinto" a Paratore, mentre tutti i presenti manifestavano con vivi applausi il ringraziamento della comunità.

Paratore nato a Montalbano Elicona provincia di Messina, nel 1948, a tre anni insieme alla madre si recò in Argentina per raggiungere il padre emigrato a Rosario.  Nel 1968 iniziò come locutore radiale il suo percorso professionale. Come un commentatore di calcio ha attraversato diverse stazioni, essendo il fondatore di due pubblicazioni grafiche "El gol de Rosario" e "Rosario Futbol". Nel 1982 ha fatto un passo nel giornalismo televisivo, nella trasmissione "De 12 a14". Ha dato vita ad un programma radiofonico "Semanario Italiano" che da 35 anni va in onda prima su Radio 2 e poi su Radio Nacional. Ha fondato "Rosario Italiano", una pubblicazione dedicata alla comunità italiana che più tardi si chiamerà "Italiani d’Argentina" della quale ancor oggi è Direttore. Paratore è stato distinto nel 2009 con il titolo di Cavaliere del Ordine al Merito della Repubblica Italiana.