Italiani all’estero, Clarissa Marchese – Miss Italia 2014 – in Canada – di Vittorio Giordano

????????????????????????????????????

Montréal – Dal vivo è ancora più bella. Ma soprattutto è ancora più dolce, umile e simpatica rispetto al “ritratto” televisivo. Il successo non l’ha affatto snaturata: è rimasta la ragazza di sempre, la classica studentessa della porta accanto. Eppure, Clarissa Marchese – siciliana (nata a Sciacca ma residente a Ribera), ventenne, occhi castani e capelli scuri, 1.78 cm di altezza – è Miss Italia 2014: la 3ª siciliana consecutiva, l’11ª nella storia del concorso. Diplomata al liceo scientifico (100/100), è iscritta alla Facoltà di Logopedia dell’Università di Parma. Il papà Giuseppe, per gli amici Pippo, fa il pizzaiolo da 32 anni, mentre la mamma Marisa è americana (del New Jersey) ma di origini siciliane.

“Sono 20 anni che ho questa Miss in casa – ci ha detto Giuseppe -: l’unica cosa che è cambiata è che adesso mi tocca condividerla col resto del mondo”. Ma nessuna gelosia: “Mia figlia ha saputo conquistare la mia fiducia, con lei ho sempre avuto un bellissimo rapporto: ha un carattere forte e non si monterà mai la testa”.

Ad accompagnarla a Montréal sono stati entrambi i genitori, oltre all’ufficio stampa Marcello Cambi, il fotografo Luigi Fioravanti, il sindaco di Ribera Carmelo Pace e l’inviata Ansa Giorgiana Cristalli. E così, dal 3 al 7 dicembre, Clarissa ha reso omaggio ai luoghi-simbolo dell’emigrazione italiana in città, come la Casa Italia ed il Centro Leonardo Da Vinci, ed ha posto la sua firma sul ‘libro d’oro’ del Comune di Montréal. In suo onore, la Comunità siciliana originaria del suo paese, Ribera (AG), ha organizzato – su iniziativa di Pietro Marabella e Pietro Triassi – una bella serata di gala con circa 250 ospiti e diverse autorità, ‘capitanate’ dal Console d’Italia a Montréal Enrico Padula, affiancato dalla consorte Milena.

“Sono rimasta sempre la stessa – ci ha confidato Clarissa – anche se adesso sono molto più impegnata e la vita mi è cambiata parecchio: basti dire che, senza Miss Italia, oggi non sarei stata accolta così calorosamente dalla Comunità italo-canadese. È cambiato tutto, è vero, ma decisamente in meglio: sto provando delle emozioni che mai avrei pensato di provare”. All’Università ha fatto una scelta…di vita: “Studio Logopedia, un ramo della Medicina, perché aiutare gli altri fa parte della mia indole. Sono molto paziente e lavorare con i bambini mi ha sempre appassionata. E nella riabilitazione del linguaggio si lavora molto con bimbi dislessici o che hanno subìto dei traumi nell’uso della parola. Per una donna che non vede l’ora di realizzarsi in una famiglia, è un lavoro perfetto”.

Le nozze sono una priorità: “Fra 10 anni mi vedo mamma: quello della famiglia è uno dei grandi obiettivi della mia vita. Mi vedo con un marito e tanti figli. Così come a 70-80 anni mi immagino sicuramente come nonna circondata dai nipoti”. Lo spettacolo, però, resta il sogno nel cassetto. “Per me Miss Italia è arrivato all’improvviso e, adesso che ci sono dentro, avrò la possibilità di mettermi alla prova su diversi fronti, tra qui quello della recitazione e della presentazione. Quest’anno mi servirà proprio per capire se sono adatta a questo mondo, oppure se è meglio tornare a fare la studentessa”. La Sicilia l’ha ‘formata’: “Sono nata in un piccolo paese dalla mentalità molto rigida: la figura di una mamma americana mi ha permesso di crescere con i tipici valori del paese, ma anche di allargare i miei orizzonti”.

Poi Miss Italia l’ha catapultata in un’altra realtà: “Faccio un bel lavoro: stare a contatto con le persone che ti chiedono la foto non può che riempirti il cuore di gioia. Certo, farlo per 3-4 ore diventa dura, ma resta un’esperienza che non tutte possono dire di aver fatto”. Un pensiero ai connazionali all’estero: “La mia è una responsabilità, ma soprattutto una gioia: per me è un orgoglio ed un onore poter rappresentare anche la Comunità italiana in Canada, formata da persone così calorose, buone d’animo e generose”. Infine, un messaggio ai giovani: “Il mio consiglio è di provare sempre cose nuove, di mettersi sempre alla prova e dare il meglio di sè con tanta forza e determinazione. Proprio come successo a me, con Miss Italia che ha rivoluzionato la mia vita!”. Una rivoluzione che, però, non ha (ancora) intaccato una personalità forte e genuina, che affascina quanto il suo dolce e disincantato sorriso.