Italiani all’estero, Argentina: Pd promuove firme bipartisan contro rischio default

Si è tenuto questa mattina un incontro del Partito Democratico a carattere seminariale sulla vicenda Argentina dei ‘fondi avvoltoi’ e del rischio default. Un incontro a partecipazione ristretta, con l’intento di promuovere una riflessione dal punto di vista economico e politico tra soggetti che a vario titolo si occupano di economia, America latina, politica estera, relazioni internazionali e italiani nel mondo.

Dopo la discussione di merito sugli effetti che la sentenza della Corte suprema americana può avere, sia sul piano interno argentino che su quello esterno e globale se non si troverá una soluzione equilibrata sul piano internazionale, è stato deciso di proporre una presa di posizione dei parlamentari italiani di tutti gli schieramenti in merito a questa delicata vicenda e sulla quale, giá in giornata, si inizierá a raccogliere le firme.

Alla riunione, organizzata dagli uffici America Latina e Italiani nel mondo del PD e tenutasi nella saletta Aldo Moro della Camera dei Deputati, erano invitati gli economisti e parlamentari Stefano Fassina e Paolo Guerrieri, l’esperto per l’America latina Josè Luis Rhi-Sausi, il coordinatore della Conferenza Italia-America latina Donato Di Santo, i capogruppo PD delle commissioni Esteri di Camera e Senato Amendola e Tonini, il deputato PD eletto in Sud America Fabio Porta e i responsabili del PD per America latina e Italiani nel mondo, Francesca D’Ulisse ed Eugenio Marino.