Immigrazione, la Ue: ‘Frontex da sola non basta’. Lega, ‘Alfano si dimetta’

Quello che riguarda l’immigrazione rimane uno dei temi più caldi nel dibattito politico italiano, anche durante l’estate, mentre continuano a sbarcare sulle nostre coste centinaia di immigrati clandestini provenienti dal Nord Africa.

Proprio sulla questione dell’immigrazione, un portavoce della Commissione Ue ha detto: “stiamo facendo tutto quel che possiamo per l’Italia con i mezzi che abbiamo a nostra disposizione"; Bruxelles "riconosce pienamente il magnifico lavoro che sta svolgendo l’Italia e stiamo cercando di vedere insieme cosa possiamo fare di più". L’Europa ha anche ricordato che “l’Italia ha avuto aiuti senza precedenti".

Da parte della Commissione Ue, ha rilevato il portavoce, "l’Italia ha beneficiato di circa 500 milioni di euro di aiuti nel periodo 2007-2013 e sara’ il piu’ grande beneficiario nel periodo 2014-2020 con 315 milioni di euro (cifra inferiore dovuta al generale taglio del bilancio Ue chiesto dagli stati membri)”. Frontex da sola, cosi’ come e’ oggi – ha sottolineato ancora il portavoce della Commissione – "con un piccolo bilancio e senza guardie di frontiera, ne’ navi ne’ aerei", non puo’ intervenire, ed e’ per questo che "per un’operazione di lungo periodo devono essere coinvolti e contribuire tutti gli stati membri".

LEGA Non tarda il commento della Lega Nord alle dichiarazioni targate Ue. Massimiliano Fedriga, capogruppo leghista alla Camera, dichiara: “Alfano e Renzi sono stati smentiti dalla commissione Ue. Altro che ‘Frontex prendera’ il posto di Marenostrum’ come piu’ volte dichiarato dal premier e dal ministro dell’Interno: i contribuenti italiani continueranno a pagare l’invasione programmata dal governo, perche’ l’Unione se ne lava le mani”.

Secondo l’esponente del Carroccio “ormai siamo al ridicolo: Renzi viene ogni giorno smentito dall’Europa sull’economia e oggi anche sull’immigrazione. Questo e’ un governo non all’altezza, che sta facendo pagare ai nostri cittadini piu’ di 12 miliardi per favorire l’immigrazione clandestina”.

Con Fedrica la Lega torna a chiedere “le dimissioni di Alfano”, perché è giusto – si sottolinea –  che “di fronte a questo disastro si assuma almeno le proprie responsabilità".

Punta il dito contro il governo anche Forza Italia, con Giorgio Silli, responsabile Immigrazione del partito, che si concentra sui temi economici: “Ci vuole un premier che umilmente, e su questo farei un hashtag, dice la verita’, parla alla gente e umilmente prende in mano la situazione. Non abbiamo bisogno di un premier che ci dice che non ci sara’ una nuova manovra. Questi 80 euro sono serviti per le imposte e sono una cifra considerevole, pero’ se incardinata in un contesto piu’ ampio, altrimenti sarebbe una goccia in un oceano. Secondo me Renzi credeva in questa operazione, ma non ha avuto il risultato che sperava".

Intanto nelle ultime ore sono sbarcati nella zona di Isola Capo Rizzuto cinquanta immigrati di varie nazionalità, rintracciati dal personale della Capitaneria di porto, da polizia e carabinieri. E gli sbarchi continuano.