Immigrazione, Fitto: scontro tra Renzi e Salvini, ma che politica è?

Raffaele Fitto durante la conferenza nella sala stampa della Camera dei Deputati, Roma, 22 gennaio 2015. ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

Il presidente del Consiglio (anzi, il suo sosia impegnato in un comizio) ha cominciato malissimo, definendo "bestie" quelli che non la pensano come lui. Un esponente dell’opposizione gli risponde oggi usando la parola ‘verme’. Ma che politica e’? Dove siamo? L’anno politico comincia molto male, all’insegna di una brutta playstation tra Renzi e Salvini. Serve razionalita’, idee, proposte. Non un frullatore emotivo in cui si passa dal ‘cattivismo’ al ‘buonismo’, o viceversa, senza pensare davvero a come affrontare i problemi in concreto". Lo afferma in una nota il leader dei Conservatori e Riformisti, Raffaele Fitto.

"Noi Conservatori e Riformisti, netti oppositori di questa maggioranza, vogliamo contribuire alla creazione di un’alternativa basata sulle proposte e sulla razionalita’. Distinguere i rifugiati di guerra dal resto dell’immigrazione – aggiunge -. Affrontare il primo tema alla radice, anche incoraggiando una missione internazionale contro Isis, per fermare gli orrori in Siria e non solo. Affrontare il secondo tema ponendo limiti ragionevoli, come si fa ad esempio in Canada e in Australia, e stabilendo quanti e quali tipologie di migranti siano materialmente accoglibili dal nostro mercato del lavoro. Il resto e’ una gara all’insulto alla quale non partecipiamo".