Immigrati, ancora sbarchi. E a Roma la protesta continua

Continuano gli sbarchi sulle coste italiane di immigrati provenienti dall’Africa. Nelle prossime ore è previsto l’arrivo nella banchina Todaro a Porto Empedocle del pattugliatore d’altura CP 920 ‘Gregoretti’ della Guardia costiera con a bordo 600 migranti, soccorsi nel Canale di Sicilia nel corso di sei distinte operazioni di salvataggio condotte dall’unita’ tra ieri e l’altro ieri.

Quello di oggi e’ il quinto sbarco in 7 giorni a Porto Empedocle, per un totale di oltre 1.700 migranti – e, purtroppo, anche 2 cadaveri – giunti a Porto Empedocle nel corso della settimana (piu’ di 17.200 i migranti, oltre a 4 cadaveri, sbarcati dall’inizio dell’anno).

Nelle ultime 48 ore, la nave Gregoretti ha portato in Italia quasi 700 migranti. Come Italia salviamo vite umane, è vero, ma intanto l’invasione di clandestini continua.

ROMA CONTINUA LA PROTESTA Nel frattempo le proteste nella Capitale non si placano e dopo le manifestazioni di Tor Sapienza oggi a scendere in piazza saranno i residenti dell’Infernetto, quartiere che ospita il centro immigrati dove sono stati trasferiti i minori di via Morandi e dove il 18 novembre scorso si è scatenata una violenta rissa. Il sit in, organizzato dal Comitato per la difesa del X Municipio e da Casapound contro la presenza degli immigrati al centro di via Salorno, è previsto alle 15.30 in via Orazio Vecchio. Alla manifestazione parteciperanno anche l’eurodeputato della Lega Nord Mario Borghezio e alcuni esponenti di Forza Italia. Alle 16 a Ostia si terrà un sit in indetto da Forza Nuova, che ieri ha fatto parlare di sé per il manichino impiccato trovato sul cavalcavia adiacente la stazione di Lido Nord, a Ostia.