Governo, Serracchiani (Pd): al voto solo nel 2018

DEBORA SERRACCHIANI

"Non prendo nemmeno in considerazione un’ipotesi diversa da quella di arrivare con questo governo al 2018, stiamo lavorando per questo. Dopodiché, ognuno si prende la propria responsabilità". Lo afferma il vicesegretario del Pd Debora Serracchiani in una intervista alla Stampa. E sottolinea: "L’indicazione data dal Pd ai suoi parlamentari è chiara: in una comunità politica, si rispetta la minoranza, ma anche la maggioranza. E chi decide diversamente si assume la responsabilità delle conseguenze" ma "noi intendiamo arrivare fino al 2018: finalmente ci sono dati economici positivi, arrivano notizie importanti dal fronte turismo come dall’Eni, come abbiamo appreso in queste ore. Dobbiamo lavorare per consolidare questi dati positivi, non ci possiamo fermare. Mi auguro che sia questo l’obiettivo di tutto il Pd".

Riguardo Verdini precisa: "Mi stupisce questa polemica sulla ‘sostituzione dei voti’ con pezzi di Forza Italia, che non c’è mai stata, quando è stata la minoranza Pd a votare talvolta contro alcune riforme" e "quando ricominceranno i lavori siamo pronti alla discussione. Nella massima trasparenza, come è stato finora, per allargare il percorso a più forze possibile".